Montecatini attesa da una trasferta insidiosa a Varese

LA GIORNATA numero 27 di campionato ci porta a Varese, nel mitico Campus dove gioca la Robur di coach Vescovi, nel match in programma sabato alle 19 (arbitri Calella e Berger). Una partita pericolosa, di quelle piene di trappole visibili e meno visibili, contro una squadra che se all'andata dette l'impressione di essere allo sbando, sul parquet di casa si trasforma completamente. A quattro giornate dalla fine della stagione regolare, e con la certezza che la stagione si allungherà almeno fino al primo turno dei playoff, i rossoblù affronteranno una partita di difficile interpretazione, con il solo obiettivo di tornare a casa con due punti, importantissimi, punti. Sarà una sfida da montagne russe: da una parte una squadra lanciata verso posizioni di grande prestigio e che ha bisogno di una vittoria per mantenere vivo il sogno di agguantare il terzo posto in classifica; dall’altra una squadra già certa da tempo di giocarsi la salvezza nei playout, e che ha come unico obiettivo la conquista del fattore campo nei confronti di Alba, squadra che poi i lombardi sfideranno nella serie. La Robur probabilmente costituisce una delle principali delusioni del campionato. nonostante il roster sia senza dubbio da playoff, con giocatori di grande talento come Bloise, Mercante, Santambrogio e Rosignoli. Varese non ha mai trovato continuità e ha pagato il pessimo rendimento in trasferta, ritrovandosi da subito nelle posizioni meno nobili della classifica. Ma in casa è squadra temibile e pericolosa, che vende carissima la pelle, come sottolinea il coach Federico Campanella: “Varese è una squadra che ha tanto talento – dice il coach rossoblù – e che dovremo affrontare con grande rispetto e umiltà. Non dobbiamo commettere l'errore madornale di sottovalutarli, sul loro campo giocano con grande agonismo e convinzione ed hanno sconfitto Borgosesia e Pavia, oltre a far soffrire Omegna fino all'ultimo secondo. Per noi è una partita importante, una tappa che non dobbiamo sbagliare considerando anche il calendario di Milano e Piombino, Ma dobbiamo guardare a noi stessi, siamo nella posizione di poterlo fare e tutto quel che raccoglieremo dipenderà dai nostri sforzi e dalla nostra applicazione”. La trasferta di Varese giunge alla vigilia dell'ultima sosta stagionale, quella del prossimo weekend per onorare la Pasqua. Poi si andrà giù a capofitto, affrontando nell'ordine Firenze, Livorno e Piombino. Ma bisogna affrontare una partita alla volta, e vedendo gli impegni di Milano (a San Miniato) e Piombino (a Empoli), questo match avrebbe le sembianze della grande occasione per la fuga. A Varese coach Campanella ritrova la squadra quasi al completo: dopo tre settimane d’assenza rientrerà infatti Alessio Bolis, ricompattando il settore esterni che nelle ultime gare è stato chiamato agli straordinari. La guardia bresciana salirà in Lombardia con i compagni, pronto a dare qualche minuto di sudore e combattività.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento