Tempo di bilanci e di nuove scelte... Paoletti lascia la panchina della Prima Squadra promuovendo Calamai e Vezzosi

Il coach Paoletti a dieci giorni dalla fine del campionato di SerieD ci racconta la stagione appena trascorsa: "Abbiamo affrontato questo campionato con la rabbia e la voglia di migliorarci dopo la finale dello scorso anno persa dopo un tempo supplementare. Sapevamo che non sarebbe stato facile farlo, visto anche gli ottimi innesti fatti dalle altre pretendenti al titolo, ma sinceramente, sulla carta, avevamo fatto un ottimo "mercato" estivo, considerando, comunque, che si tratta sempre di un mercato a 0 spese e che i nostri giocatori non ricevono alcun rimborso. La squadra è partita bene e in Coppa Toscana, contro squadre di categoria superiore aveva fatto vedere ottime cose, purtroppo, qualcosa, alla lunga, non ha funzionato e anche a causa di ciclici infortuni, per 5 mesi, non abbiamo potuto lavorare in palestra nella migliore situazione possibile. La fase finale della stagione ci ha permesso, a tratti, di tornare a essere la squadra schiacciasassi che immaginavamo, ma poi non abbiamo saputo sfruttare al meglio il match-point casalingo che ci eravamo guadagnati contro il Biancoverde, durante i playoff". Il bilancio quindi a posteriori è positivo o negativo? "Se guardiamo solo ai risultati ottenuti, non c'è dubbio che siano sotto le aspettative e non mi nascondo prendendomi anche tutte le responsabilità del caso ma consapevole di aver fatto ogni giorno, per il bene della squadra, di tutto e di più. Se penso alla "mission" societaria però sono molto soddisfatto perché nelle difficoltà siamo riusciti a far giocare, ma soprattutto, a far migliorare tanti giovani esordienti in questa categoria creando sicuramente un ottimo humus per il futuro". Cosa ci riserverà il futuro? "Avevo già deciso, prima del termine del campionato, che avrei lasciato il timone della Prima Squadra, dopo aver fatto esordire oltre 20 giovani biancorossi, 4 anni fantastici, 3 campionati vinti e 2 promozioni era giusto cambiare. Cambiare per restare coerenti: abbiamo sempre detto che alla Laurenziana vogliamo far crescere sia giocatori che allenatori e allora ritengo giusto far esordire un giovane allenatore e sempre con coerenza credo che i giocatori, che alleno da 4 anni, da questo cambiamento potranno trarre nuovi stimoli e fare un miglioramento tecnico ma soprattutto mentale. Quindi chi sarà il nuovo Coach della Prima Squadra? "Abbiamo promosso lo staff di quest'anno, Alessandro Calamai quindi sarà il nuovo capo allenatore, mentre Elena Vezzosi viene promossa a Vice, su di loro veglierà lo sguardo vigile del DS Giampieri Paolo, del Team Manager Tonelli Leonardo; uno staff comunque già collaudato, che conosce l'ambiente e i giocatori e che incarna alla perfezione i valori e l'orgoglio Laurenziana".

Addetto Stampa Laurenziana
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento