La Sibe batte il primo colpo con la firma del play Danesi

Il team manager Scarselli brucia tutti sul tempo assicurandosi l’ex Lucca
Sarà il 28enne di Pieve a Nievole Alessandro Danesi, il sostituto di Simone Marchini nello spot di play per la prossima stagione. Lo staff laniero, che ha dovuto incassare la rinuncia di Simone Marchini, impossibilitato per motivi di lavoro a dare completa disponibilità, aveva già da diverso tempo nel mirino il play al quale già 4 anni fa furono consegnate le chiavi della regia del Lucca, gli ultimi 3 in C1 e Gold. La società intende innanzitutto ringraziare Marchini per l’incredibile impegno profuso per i Dragons nella stagione appena conclusa; non sarebbero stati molti i giocatori che si sarebbero sobbarcati fin da novembre estenuanti andirivieni da Milano, luogo di lavoro, pur di onorare l’impegno assunto. A Simone va tutta la riconoscenza di compagni e società, con l’augurio di future fortune, professionali e sportive. Soddisfazione ha manifestato Marco Pinelli per il raggiunto accordo con Danesi; il coach pratese, al sesto anno sul pino della SIBE, cercava proprio un giocatore con quelle caratteristiche da affiancare a Biscardi in un ruolo così determinante nel basket moderno. Il nativo di Pescia difatti, oltre a guidare con bravura i compagni, ha dimostrato di avere anche punti nelle mani e difatti, negli 8 campionati da senior, sempre in C e Gold, ha sempre raggiunto la doppia cifra di media per punti realizzati. Carriera iniziata ad Altopascio e proseguita al Green Team Pistoia. Poi due ottime stagioni a Fucecchio, tanto da meritarsi la chiamata della più blasonata Lucca con la quale ha migliorato ulteriormente le sue medie arrivando a 13 punti a partita e inserendosi nella top ten per palloni recuperati proprio nell’ultimo anno nel quale ha sfiorato i 30 minuti a gara e superato ancora una volta la doppia cifra, portando i lucchesi alle semifinali dei playoff, segnalandosi anche fra i migliori assitman. Proprio ieri, superate le visite mediche presso gli studi Diagnosys e Motus Lab, abbiamo raggiunto telefonicamente il neo play Dragons che ci ha detto: “sono entusiasta di iniziare questa nuova avventura in una piazza importante ed in crescita come Prato, dove troverò tanti amici ad iniziare da Davide (Pinna n.d.r.) che mi ha parlato benissimo dei compagni e di tutto l’ambiente. Tengo a precisare che anche a Lucca mi sono trovato benissimo, tant’è vero che non fosse stato per la volontà di trovare ulteriori spazi per laurearmi e crescere professionalmente, sarei anche rimasto volentieri”. Messo a posto questo primo tassello, e incassata la conferma di gran parte dello “zoccolo duro”, Staino, Smecca, Fontani ed appunto Biscardi e Pinna, il team manager Scarselli, senza troppa fretta proverà a trovare un sostituto a capitan Corsi, irremovibile nella decisione di appendere le scarpe al chiodo. Il ruolo del pivot è altrettanto importante di quello del regista, ma l’evoluzione del basket moderno permette anche di ovviare con giocatori con caratteristiche diverse, quindi ci sarà tempo per guardarsi intorno, operare di conseguenza e consegnare allo staff tecnico, già a fine agosto alla ripresa della preparazione, una formazione competitiva e pronta a lottare anche quest’anno per posizioni importanti, nonostante l’accresciuto livello delle partecipanti, dove sono scesi dalla Gold squadroni come Pontedera e Pallacanestro Empoli e dove dalla D sono salite società di notevole tradizione e spessore, quali Colle Val d’Elsa e Biancorosso Empoli, lega di sviluppo di quell’USE Empoli, ormai da 3 lustri protagonista in B.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento