L'HSC Roma bestia nera per Siena. L'U16 chiude la sua corsa ai quarti di Finale

Honey Sport City Roma - Mens Sana Basketball Academy 70-59 (15-18; 43-32; 60-46; 70-59)
HSC Roma: Ludovici 8 (1/3, 2/4), Marangon* 3 (0/3, 1/2), Dron* 17 (6/15, 1/4), Quarta* 8 (3/6, 0/1), Scalfarotto NE, Zoffoli NE, Cirulli* 2 (1/3, 0/1), Ndzie Meteh* 15 (5/10, 1/1), Giacomi 6 (3/4 da 2), Francioni NE, Meola NE, Greggi 11 (4/9, 0/1). All. Tonolli
Tiri da 2: 23/53 - Tiri da 3: 5/14 - Tiri Liberi: 9/15 - Rimbalzi: 51 12+39 (Ndzie Meteh 23) - Assist: 8 (Marangon 2) - Palle Recuperate: 8 (Marangon 2) - Palle Perse: 10 (Dron 3)
Mens Sana: Battaglini 5 (1/2, 1/1), Berardi NE, Santini* 6 (2/7 da 3), Milano* 4 (0/1, 0/3), Saladini* 18 (3/8, 3/12), Cappelletti* 15 (3/9, 3/12), Lombardi NE, Riismaa 2 (1/3, 0/1), Giorgi, Zacchini, Bartoli* 9 (4/8, 0/3), Gualtieri. All. Catalani
Tiri da 2: 12/31 - Tiri da 3: 9/40 - Tiri Liberi: 8/11 - Rimbalzi: 40 13+27 (Bartoli 11) - Assist: 12 (Saladini 6) - Palle Recuperate: 2 (Milano 1) - Palle Perse: 18 (Saladini 9)
Arbitri: Barra F., Occhiuzzi G.
In un impietoso dejavu, l'HSC ferma la corsa della Mens Sana Basketball Academy alle Finali Under 16 eccellenza di Bassano del Grappa e vince lo scontro che vale l'ingresso nelle prime 4 d'Italia. I biancoverdi escono con l'onore delle armi dopo aver disputato le prime tre partite di queste Finali ad altissimo livello, seppur con la sconfitta contro la Virtus Bologna, che non ha comunque pregiudicato ai senesi il primo posto del loro girone; ma soprattutto escono con il privilegio di aver portato ancora una volta il nome della Mens Sana tra le prime 8 del panorama giovanile italiano congendandosi dopo aver lottato con le unghie e con i denti contro un avversario che, in quest'occasione, si è dimostrato più forte. La partita, dopo un primo periodo di equilibrio, ha virato drasticamente nei binari dei capitolini che hanno imbrigliato Siena nella difesa a zona togliendo punti di riferimento ai biancoverdi e prendendo il largo già all'ontervallo lungo. Nel terzo periodo i ragazzi di Catalani, con un moto d'orgoglio sono riusciti a riportarsi sul -6 ma, dopo il time out di coach Tonolli, Roma è tornata a macinare gioco recuperando palloni e correndo in contropiede. Il -14 di inizio 4° perido sapeva già di sentenza, ma Siena nn si è data per vinta cercando di alzare al massimo l'intensità, così Bartoli & Co. hanno cercato di dare fondo a tutte le energie rimaste, ma la spia della riserva era accesa da tempo e nel serbatioi dei biancoverdi forse non c'era più benzina. L'incontro si è chiuso sul 70-59 per l'HSC che ha conquistato meritatamente l'accesso alla semifinale. Per i ragazzi della Mens Sana solo applausi, che si sommano a quelli di tutti gli addetti ai lavori che hanno seguito le gesta dei biancoverdi nelle ultime due settimane tra Montecatini e Bassano. "Chiudiamo il nostro cammino in queste Finali Nazionali, sconfitti da una squadra che onestamente ha giocato meglio di noi ed ha meritato il passaggio alle semifinali. Noi siamo stati traditi forse dalla tensione che nel corso della gara, nei momenti di difficoltà, ci ha disunito e non ci ha permesso di fare le cose giuste. Dopo l'avvio positivo, ci siamo incartati sulla zona dei nostri avversari che, giustamente, hanno approfittato dei nostri errori per scavare un solco importante già nel secondo periodo. Forse potevamo essere più pronti nel reagire, ma quando abbiamo provato a cambiare modalità di gioco in attacco, ci siamo accorti che avevamo poco carburante nel serbatoio. Alcuni dei ragazzi di riferimento di questa squadra erano alla decima partita negli ultimi dodici giorni, e questo probabilmente ha inciso non solo nelle energie fisiche ma anche in quelle mentali. Lo sport è anche questo e accettiamo la sconfitta consapevoli di aver fatto un grande percorso ed aver riportato nuovamente la nostra Mens Sana dove, a livello giovanile, le compete stare. È stata una settimana comunque entusiasmante, al termine della quale ci tengo a esprimere il mio più grande ringraziamento a Francesco Tubiana, Emanuele Tibiletti, Mirco Cinci e l'intramontabile Marcello Billi, perchè sono stati le persone migliori che questi ragazzi potessero avere al proprio fianco in questa che, sono convinto, rimarrà nei loro cuori un'esperienza indimenticabile."

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento