Piombino perde negli ultimi secondi contro San Vendemiano

Sconfitta di misura dei gialloblu, che domani alle 18.00 incontreranno i Tigers Cesena per la finale terzo e quarto posto
In una partita punto a punto, nella quale le difese sovrastano gli attacchi, Piombino cede nei secondi finali all’unico centro dal campo di Giacomo Bloise, che sfugge alla difesa avversaria ed infila il definitivo 57 a 59 per i veneti. Dopo tutti gli abbracci coi vecchi compagni di Malbasa, il Presidente del Golfo Lolini consegna all’ex gialloblu la maglia col suo nome in ringraziamento di quanto fatto per i colori gialloblu. La partita inizia nel segno di Marco Perin il giocatore grossetano sfugge ad una ancora non registrata difesa gialloblu e segna il più sei iniziale sul 4 a 10 per la Sanve, coach Andreazza si affretta a chiedere un timeout per riettere subito in carreggiata i suoi. Al rientro in campo la difesa fa il suo dovere e nei restanti 6’ concede solo 4 punti agli avversari e in attacco trascinati da un ispirato Mazzantini segna 9 punti, con due recuperate e due falli subiti recuperano chiudendo il primo parziale sul 14 pari. Nel secondo quarto Persico, che nel primo aveva sofferto la marcatura del giovane ed aitante Vedovato, trova il tiro dalla sua mattonella, son quasi tutti suoi i punti nel parziale 10 dei 12 totali, con 4 su 5 da due, a metà quarto l’unico canestro non suo è di Procacci che realizza un canestro bellissimo, in ripartenza con una controrotazione in corsa batte il suo avversario per il 22 a 20 del Golfo, i canestri di Persico poi portano al più sei i gialloblu, ma nel finale Mossi giocatore dalla mano morbidissima riporta a meno due i suoi, 26 a 24 al riposo, con Piombino che ad un minuto dal termine del quarto perde il suo uomo migliore, Mazzantini, per una distorsione. Nel terzo quarto crescono le prestazioni in attacco delle due squadre, infatti il parziale sarà di 19 a 21 per la Rucker, da una parte sono Mossi e Perin, che risulteranno i migliori per i veneti con 18 e 20 punti, l’ex Malbasa ne firmerà 10, e dall’altra parte un Fratto, che nonostante il gran lavoro ai rimbalzi, non aveva inciso nei primi due quarti, trova la via del canestro segnandone 8, nel finale di tempo trova il canestro da tre anche Bianchi e si va all’ultimo riposo sul 45 pari. E’ ancora una bomba di Bianchi ad aprire il quarto finale, ma dall’altra parte arrivano due missili da lontanissimo di Perin, Piombino è sotto di 4 punti a due minuti e mezzo dal termine, ma una bomba e due liberi di Procacci la riportano nel match, 56 a 55 ed è qui che Piombino commette alcuni errori banali in attacco e viene punita dai giocatori in maglia nera che conquistano così la finale. Coach Andreazza dopo il match ha dichiarato: “buona prestazione difensiva, siamo stati bravi ad adattarci al loro gioco, in attacco tutte le volte che ci siamo passati la palla abbiamo creato buone cose ( anche se abbiamo sbagliato molto in fase conclusiva 32% da due 29% da tre ndr), meno quando abbiamo tirato dopo un solo passaggio, concedendo loro il contropiede e nel finale alcuni errori nostri hanno fatto la differenza e visto che mancano solo due settimane all’inizio del campionato, dobbiamo limare questi errori perché lì ci costerebbero i due punti. Bisogna poi considerare che senza due titolari come Iardella e Mazzantini era difficile chiedere di più ai ragazzi." . Il tabellino del Golfo: Procacci 12, Pedroni 3, Mazzantini 9, Fratto 11, Persico 10, Molteni 2, Bazzano 2, Bianchi 8, Riva, Carpitelli ne, Mezzacapo ne, Bertini ne (12 u 37 da due, 6 su 21 da tre e 15 su 18 ai liberi)

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento