Bama all'ultimo respiro supera Legnaia 64-63

BAMA ALTOPASCIO 64
OLIMPIA LEGNAIA 63
(15-18; 38-32; 51-45; 64-63)
Arbitri: Orlandini e Melai
BAMA: Poggetti, Lombardi 5, Pantosti n.e., Canciello, Orsini 20, Baroncelli 7, Cappa 9, Bini Enabulele 3, Meucci 13, Bonari 1, De Falco 7. All. Novelli
LEGNAIA: Bandinelli 6, Fusillo n.e., Biondi n.e., Conti 3, Lorbis 2, Scali 14, Nardi 4, Cambi, Rosi 7, Del Secco 10, Corzani 8, Mascagni 9. All. Zanardo
"Và dove ti porta il cuore" era il libro che milioni di adolescenti hanno letto negli anni 90. I bambini, le bambine, i ragazzi e le ragazze di oggi hanno visto al PalaBridge la versione cestistica del best seller di Susanna Tamaro dell'epoca. Un Bama alle corde, con il fiatone dovuto alle rotazioni ridotte all'osso, sembra in balìa dell'Olimpia Legnaia. I fiorentini nell'ultima frazione piazzano in 7' un parziale terrificante di 17 a 4 (da 51-45 a 55-62) ed hanno il match in mano, anzi in due mani. Con in più l'enorme vantaggio di avere due falli da spendere prima del bonus. Il Bama é costretto ad inventare gioco vista la difesa aggressiva dei gigliati che in più dominano a rimbalzo in attacco. Sembra l'inizio della fine ma i film tra Bama e Legnaia non hanno mai un epilogo scontato, sembrano tutti ideati da Alfred Hitchcock. Dicevamo gialloneri che salgono a +7 con due triple in sequenza di Corzani a -3'18". RIbaltamento di fronte e De Falco pesca con un assist Orsini in angolo per la tripla del -4 (58-62). Scali sbaglia liberissimo ma fa lo stesso Baroncelli (non allenatosi in settimana per trasferta di lavoro). Attacca di nuovo Legnaia, Conti sbaglia ma conquista l'ennesimo rimbalzo per i gigliati. De Falco ruba palla a Nardi sempre sul -4 a 1'24" dalla sirena. Il cuore di Orsini batte forte, la guardia altopascese piazza un'altra tripla fuori equilibrio per il 61-62 a -1'13". Corzani non converte un jump per i suoi ma fa lo stesso Cappa sul fronte opposto. Il cronometro scorre inesorabile, mancano 46" e le menti sono annebbiate. Scali sbaglia ancora dalla media ma Mascagni conquista un altro rimbalzo. Fallo di Meucci e due tiri per la guardia di Zanardo a -11". L'ex Poggibonsi fa 1 su 2 (61-63). Attacco rosablu ma la vittoria sembra ormai prendere l'A11 verso Firenze Scandicci, visti i due falli ancora da spendere da parte degli ospiti prima del bonus. Ospiti che invece non ne approfittano lasciando libero Meucci di concludere dall'arco nonostante avesse già punito due volte dai 6,75 nei primi due quarti. La mano morbida dell'ala altopascese si alza ed il pallone và, và proprio là, là dove lo porta il cuore. Tripla e tripudio rosablu anche se manca ancora 1 secondo alla fine. Rimessa fiorentina e tiro da 9 metri di Mascagni che non va nemmeno troppo lontano. Questa volta é tripudio vero. Giusto parlare quasi esclusivamente dei minuti finali che sono l'essenza dello sport più bello del mondo.E' stato un match a strappi con il Bama ad allungare e l'Olimpia a rintuzzare e spesso a sorpassare. Coach Novelli, ha alternato zona ed uomo e, viste le assenze, ha usato molte rotazioni ottenendo minuti produttivi da Bini Enabulele e Bonari. Ha tentato anche la carta Canciello che però ha desistito per il dolore alla caviglia. Per il resto solita prova da montagne russe della squadra che alterna ottime cose ad altre decisamente da rivedere. Lombardi preciso in regia (1 su 1 da tre punti e 2 su 2 da due punti), Orsini, Cappa, Meucci e De Falco ad ergersi a turno protagonisti. Baroncelli vista la sola ora di lavoro individuale effettuata ieri non era al massimo della condizione. In fondo tutti ad abbracciare lo sfortunato Ben Lazzeri, commosso. Bello lo sport. Bellissimo il basket.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento