Dispensa di Campagna Donoratico - Studio Arcadia Valdicornia: 100-94 (d.2.t.s.)

(23-14; 38-37; 58-67; 79-79; 88-88)
Dispensa di Campagna Donoratico: Bartolini 9, Fagiolini, Storti 15, Bottoni 8, Manetti 9, Spinelli 23, Guidotti 2, Diop, Pistillo 25, Batistini, Creatini 9. All. Parcesepe, vice Gucci.
Valdicornia: Cacciottolo, Guerrieri 23, Magnolfi 18, Bertini 15, Pistolesi 27, Bongini P. 7, Simonelli, Corsini 4, Sonetti, Carducci, Martinelli, Olivoni. All. Minuti M. Ass. Blanco A.
Arbitri: Marchi Massimiliano e Giovannini Tommaso di Lucca
Donoratico - Non è possibile raccontare una partita simile. Si rischierebbe di schiacciare nell'asettico della cronaca emozioni incredibili. Perciò vorrei partire da due immagini: Venturina, vinta ma non sconfitta, a salutare i suoi numerosi tifosi sotto la tribuna; i nostri ragazzi, con l'adrenalina a mille, uniti in un bellissimo urlo finale assieme a tutti i bambini e le bambine del minibasket. Quello disputato ieri in Piazza Europa è stato uno degli incontri più belli visti negli ultimi anni, uno spot per la pallacanestro e per lo sport a questi livelli. Donoratico partiva subito alla grande, trascinata da uno stoico Alessandro Manetti (9 punti, 3 assist e 2 recuperi in '32 nonostante una spalla fuori uso) e da un Tommaso Spinelli incisivo (23 punti alla fine, 6 rimbalzi e 5 falli subiti): gli ospiti replicavano con Giacomo Guerrieri e Matteo Magnolfi (entrambi strepitosi), ma alla fine i primi dieci minuti si chiudevano sul +9 gialloblu. Al rientro, la Dispensa toccava anche il +11 prima che Valdicornia serrasse le fila difensive ed iniziasse a rosicchiare punti con un ispiratissimo Marco Bertini: Bartolini provava a tenere a galla i suoi assieme ad un solido Emanuele Creatini (9 punti e 11 di valutazione), ma gli uomini di Minuti ne avevano di più e raggiungevano l'intervallo lungo in sostanziale parità (38-37). Al ritorno in campo Lorenzo Pistillo (grandissima la sua partita, 25 punti con 6/10 da tre) piazzava subito la bomba, ma Bertini e Guerrieri continuavano a lavorare supportati da un Magnolfi infallibile e da un fantastico Niccolò Pistolesi (prospetto di sicuro avvenire, 27 punti per il classe 2000 sfruttando ogni tipo di soluzione offensiva possibile): Valdicornia scappava così sul + 9, inceppando la manovra offensiva locale grazie anche ad una zona attenta ed efficace. L'ennesimo jump di Magnolfi dava subito il massimo vantaggio ai suoi, ma Creatini era bravo a replicare con la stessa moneta. Donoratico ci credeva e riusciva a rientrare in partita grazie a Spinelli e Manuel Storti (5/8 da tre), prima che la lucidità di capitan Bottoni (grandissima partita la sua) completasse definitivamente l'aggancio. Era ancora Guerrieri, però, a cercare la giugulare della partita con l'ennesima tripla, ma dall'altra parte Pistillo usciva regalmente dal blocco di Bartolini e piegava il cotone dall'arco. La preghiera di Venturina non trovava il fondo del secchiello e si andava così al primo overtime. I cinque minuti proseguivano sulla stessa falsa riga dell'ultima frazione: Guerrieri e Pistolesi seminavano il panico nella difesa locale, contrastati da Pistillo, Spinelli e Storti che punivano con puntualità le rotazioni biancoblu. Bartolini impattava a quota 82 con due liberi, ma Bongini cacciava fuori una tripla di grande personalità che sembrava dare l'ennesima spinta a Valdicornia: Spinelli però accorciava in jump, mentre nell'azione successiva una magia di Storti allo scadere dei '24 (convalidata dalla coppia arbitrale) portava Donoratico a +2. Guerrieri non ci stava e replicava ancora dai 6,75 con '30 sul cronometro: ad ogni modo,un fallo tecnico alla panchina ospite mandava in lunetta Bottoni che, freddissimo, impattava. La gestione locale del tiro decisivo non era tuttavia delle migliori e Valdicornia si trovava ancora una volta tra le mani la palla della vittoria: nuovamente ferro e secondo supplementare servito. Con le energie ormai prossime allo zero, le due compagini continuavano a mitragliare senza sosta le retine: Pistolesi, Storti, Guerrieri e ancora Spinelli si rispondevano a suon di canestri tra l'entusiasmo ed i cori del pubblico, mentre l'uscita per cinque falli di Pistillo riportava in campo Gianluca Guidotti. Dopo il vantaggio siglato da Bottoni dalla linea della carità, era proprio il lungo labronico a trovare un incredibile canestro a '20 dalla fine che faceva esplodere il PalaEuropa. Glaciale, Bottoni chiudeva infine i giochi sul fallo sistematico, lasciando il campo agli applausi per tutti i protagonisti di un match memorabile. Quanto a noi, due su due: adesso rotta su Pontedera, pronti per un'altra battaglia. Forza ragazzi!

Basket Donoratico
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento