Vittoria sfiorata per la Libertas Liburnia

Quando le partite di pallacanestro viaggiano sui binari di un grande equilibrio, punto a punto e si ‘trascinano’ al supplementare, a decidere chi merita la posta in palio è, spesso e volentieri, un singolo episodio. Alla Libertas Liburnia Livorno, alla sua miglior prestazione stagionale, è mancato solo un briciolo di fortuna per cogliere la prima vittoria in campionato. Gli dei del basket non sono stati benevoli. In casa, contro Montale, i gialloblù hanno perso, dopo un over-time, 80-85. Una vera e propria beffa per i livornesi, che hanno lottato con rara determinazione per gli interi 45’. I ragazzi di Martini sono parsi concreti in difesa e lucidi in attacco. Neppure le difficoltà esibite nei primissimi giri di lancetta (7-14 al giro di boa del quarto iniziale) hanno scalfito le giovane squadra gialloblù. Lombardi e Djulovic (che hanno chiuso rispettivamente con 25 e 19 punti all’attivo) hanno propiziato il break di 11-0, grazie al quale i padroni di casa si sono portati avanti 18-14 (20-16 al termine di un primo tempino di grande intensità). Partita caratterizzata da strappi dall’una e dall’altra sponda: controbreak dei pistoiesi (0-10) e nuova puntuale risposta dei labronici. All’intervallo lungo, padroni di casa in vantaggio di mezzo canestro (39-38). La qualità del gioco labronico non cala dopo il giro di boa del confronto. E’ ancora battaglia aspra, con margini minimi. Salomonica la situazione di parità, 55-55, indicata dal tabellone al 30’. L’altalena di emozioni prosegue nel quarto tempino. Montale cerca di scappare, ma i gialloblù non demordono. Lo scatenato Lombardi (migliore in campo: per lui anche 12 rimbalzi) imbuca la tripla del pareggio (70-70) a pochi secondi dal termine. La difesa sull’ultimo possesso degli ospiti è efficace: si va al supplementare. Con Magni e Del Frate (38 punti in coppia), i pistoiesi scavano un mini-solco. Lombardi, ancora una volta, tiene in vita le speranze livornesi, con il canestro del meno 3 (74-77 a 69” dal termine). Poi, complice il quarto fallo (discutibile) ed il tecnico (che equivale alla quinta irregolarità) dello stesso Lombardi, i padroni di casa sono costretti ad arrendersi. Montale vince, ma per i gialloblù l’ultima uscita di questo mese di ottobre equivale alla gara della svolta. Ripetendosi su questi livelli, le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare. La Libertas Liburnia è sulla strada giusta. Il gruppo di giovani e giovanissimi, guidati da coach Martini e dal suo vice Menichetti e presi per mano dai senior Djulovic, Armillei, Lombardi e Riccio, è in evidente crescita. Il tabellino del match perso in volata contro Montale: Bernardini 6, Granchi 8, Djulovic 19, Sacchelli 3, Armillei 11, Lombardi 25, Riccio 8, Tasca, Minuti, Ferretti, Venni.

Libertas Livorno 1947
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento