Al PalaPaladini non si passa: Gli Sky Walkers vincono nel super derby contro Capannori

Ancora una volta i Lucca Sky Walkers si portano a casa il derby della Lucchesia contro la Polisportiva Capannori. La stracittadina, che tre stagioni fa che aveva infiammato il campionato di Prima Divisione, regalando partite spettacolari ad alto contenuto tecnico ed emotivo, ha visto prevalere nuovamente i granata. Nelle precedenti edizioni i ragazzi del #progetto si presentavano come “outsider” di fronte alla talentuosa ed esperta Capannori. Il primo anno, ad esempio, la squadra di Luca Fontana, forte di nomi che avevano scritto pagine importanti della pallacanestro lucchese, avrebbe poi vinto il campionato ma trovò proprio nei giovani e sfrontati ragazzi guidati da coach Campani, l’unico vero ed insormontabile ostacolo, rimediando due sconfitte su partite disputate nella stagione regolare. Ieri sera, invece, le squadre sono scese in campo con i favori del pronostico ribaltati, con gli Skywalkers lanciatissimi secondi in classifica e Capannori, reduce da un difficile (e sfortunato) inizio di stagione, chiamata all’impresa per espugnare il PalaPaladini. La partita, molto sentita, comincia con le due squadre che, visibilmente contratte, giocano i primi possessi a ritmi bassi. Sono i padroni di casa a rompere il ghiaccio con Vanacore che la spara dai 3 punti e Tozzini che inizia a lavorare sotto le plance. Gli ospiti non si fanno trovare impreparati e rispondono colpo su colpo con il nuovo acquisto Ghiarè, pericolo numero uno per la difesa granata, che colpisce da fuori e in penetrazione. I ragazzi di Nalin però sono più precisi e riescono a macinare qualche punto di distacco; il primo tempino si chiude sul 18 a 10. Nel secondo quarto cominciano le rotazioni importanti dei due allenatori che iniziano a pescare alternative importanti dalla panchina. In questa fase di gioco sono i lunghi a mettersi in mostra: Masini da una parte e Riccardo Sodini dall’altra danno vita ad una bella battaglia sotto canestro fatta non solo di muscoli ma anche di eleganti conclusioni da fuori, inusuali per due giocatori di quelle dimensioni. Poi, grazie ad un appoggio in penetrazione con la mancina di Merciadri ed una tripla di Tofanelli, la partita sembra prendere una direzione ben delineata a favore degli Skywalkers, ma i ragazzi di Bernabei non vogliono perdere contatto. La reazione è affidata a Matteo Aytano e al solito Ghiarè che, sulla sirena, mette una bomba da distanza siderale riportando i suoi a sole 6 lunghezze di distanza. Si va cosi all’intervallo lungo sul punteggio di 31-25. Al rientro in campo il terzo quarto è una battaglia senza esclusione di colpi. Le difese salgono di giri e gli attacchi si lasciano prendere dalla frenesia, i canestri quindi scarseggiano ma la tensione resta altissima: Nessuna delle due squadre infatti vuole uscire sconfitta reagendo puntualmente al parziale della squadra avversaria. Gli Walkers, guidati da un ottimo Giovannetti che mette 4 punti in fila e fa la differenza a rimbalzo, provano a dare lo strappo decisivo con un parziale di 8-0, ma la squadra di San Leonardo reagisce con un parziale di 7-0 che li riporta immediatamente a contatto. Il bilancio del terzo periodo, causa anche poca lucidità da ambo le parti, vede uscire vincitori le difese. A meno 10' dalla fine si gira sul punteggio di 39-32. Ecco però che coach Nalin pesca il Jolly, butta nella mischia l’ultimo arrivato, il giovanissimo Cattani, per cercare di mettere un freno alle scorribande di Ghiarè, e la matricola di scuola CMB risponde presente con una prestazione maiuscola. Galvanizzato dalla fiducia di allenatore e compagni, e dal calore del folto pubblico sugli spalti del Paladini, Cattani si carica sulle spalle l'attacco locale. Gestendo benissimo la transizione, mette a ferro e fuoco la difesa di Capannori. Continua a salir di giri fino a che prima, lascia andare un assist delizioso per Landucci che dall’angolo non perdona, e poi, lasciato solo in punta, con la sua prima tripla in maglia granata mette definitivamente fine ad ogni velleità di vittoria per Capannori. Nel finale ci pensano Vanacore, sempre da fuori, e il solito Filippo Tardelli (4 punti e nessun errore dal campo per lui) a rintuzzare il vantaggio che diventa quindi incolmabile e forse fin troppo severo per i “Monstars” arrivati forse all’ultimo quarto con il fiato un po' corto. La partita finisce quindi 68-42 per #IlProgetto che, trascinato da un magnifico Damiano Sodini (tripla doppia sfiorata), continua la propria striscia di imbattibilità nel derby e da seguito alle due belle vittorie della settimana scorsa contro Fucecchio e San Miniato. Rimane invece a zero punti Capannori che però può ben sperare in vista delle prossime partite, avendo a disposizione un reparto esterni di primissimo livello che ben poche squadre della categoria possono vantare, le vittorie non tarderanno certo ad arrivare. Per i ragazzi di Nalin, invece, il prossimo appuntamento sarà in trasferta il 27 Novembre. In trasferta, di fronte ai granata, un altro grande avversario del passato: la Ludec Porcari di Mario Boni
Sky Walkers: Vincenzini 2, Tozzini 6, Landucci 10, Sodini D. 11, Tofanelli 5, Merciadri 4, Cattani 4, Sodini R. 6, Quiriconi, Vanacore 12, Tardelli 4, Giovannetti 4. All. Nalin

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento