La All Food fa festa al Mandela Forum vincendo contro Valesia davanti a 3mila spettatori

Niccolai: “Una serata memorabile. Ora massima attenzione alla trasferta contro Sangiorgese"
“Una giornata davvero memorabile per noi e per la nostra società, ma anche per tutta la pallacanestro fiorentina. Il pubblico di ogni età che ha affollato il Mandela Forum per una partita di serie B è un evento che resterà fra i ricordi speciali del basket cittadino. Una risposta eccezionale da parte di tutta la città grazie anche al grande lavoro di tutto lo staff della società, che ha organizzato benissimo un appuntamento veramente importante per il progetto Fiorentina Basket". Così coach Andrea Niccolai commenta il debutto della All Food al Mandela Forum, il palasport simbolo del capoluogo toscano e della storia del basket fiorentino. Alla gara di domenica contro Valsesia sono intervenute quasi 3mila persone, con una bella presenza di delegazioni di tutte le squadre della città. Una festa vera, ma a riportare i viola con i piedi per terra ci hanno pensato gli avversari con un primo tempo da 9/14 da tre punti, che ha messo in difficoltà i padroni di casa nei primi due quarti. “Il primo tempo non eravamo abbastanza aggressivi. Forse per l'ambiente eccezionale che dava l'impressione di un'amichevole di lusso – ha aggiunto Niccolai – ci siamo fatti un po' prendere dal clima di festa, ma sappiamo bene che se non siamo intensi ed attenti in difesa troviamo spesso avversari che contro di noi si possono esaltare. Ed infatti eravamo sotto nel punteggio. Nel secondo tempo siamo tornati a fare quello che vogliamo fare sempre: difesa aggressiva e fisica, grande carica agonistica ed attenzione massima alle situazioni preparate in settimana. Nella seconda parte del match abbiamo concesso solo 27 punti, questa è stata la chiave della vittoria" "Bravi i ragazzi – ha detto ancora il coach - ad invertire la tendenza, a capire che c'era bisogno di grandissima intensità e concentrazione per tornare nei canoni della nostra pallacanestro e vincere la partita: non era facile, non è mai facile invertire l'inerzia di una gara dove gli avversari prendono fiducia. Per questo devo fare davvero i complimenti a tutti i miei giocatori". Ora per la All Food è iniziata un'altra settimana di lavoro, in vista della difficile trasferta contro Sangioregese, dove la Fiorentina arriva da capolista: “Dobbiamo velocemente superare la serata da sogno del Mandela e ritornare mentalmente alla dura realtà della serie B che ci propone subito una delle partite più difficili dell'anno. Ci arriviamo da primi in classifica a pari merito con Omegna, quindi i nostri avversari saranno ancora più motivati" commenta Niccolai. “Tutti avranno una carica speciale per batterci, se ci sentiamo i primi della classe e ci sentiamo bravi perché siamo lassù, andiamo incontro a problemi e difficoltà. Le nostre vittorie passano sempre dalla consapevolezza dei nostri limiti e dalla voglia di superarli, dallo sforzo di rendere difficoltoso ogni possesso avversario e dalla capacità di giocare con concentrazione massimale sia in attacco che in difesa. Ogni partita è una battaglia. Senza questi presupposti non siamo competitivi". "A San Giorgio sul Legnano - conclude il coach - troveremo la migliore squadra per parametri offensivi del campionato: sarà una partita molto complicata e difficile, da preparare con la massima attenzione".

Omero Cambi
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento