Ramagli: "Non ci alleniamo da squadra a 0 punti. Sassari squadra di talento, sarà fondamentale la lotta a rimbalzo"

Il tecnico presenta la sfida di domani contro i sardi dell'ex Esposito: "La squadra lavora intensamente e ci crede. L'infortunio di Kerron? Non una bella notizia, dovremo essere bravi a trasformare le difficoltà in opportunità". La OriOra vola a Sassari con il pesantissimo fardello dello 0 su 6 in classifica, ma con la voglia, aspettando l'arrivo di Gladness, di provare a interrompere la peggior striscia negativa di sempre nella storia del Pistoia Basket. L'avversaria è però di quelle che fanno paura, anche perché il PalaSerradimigni non è mai stato terreno facile per i biancorossi, che, per di più, al cospetto dell'ex Esposito, si presenteranno anche senza Kerron Johnson, vittima di una distorsione nell'allenamento di giovedì. "Giochiamo contro una squadra -sono le parole in sede di presentazione del match da parte di coach Ramagli- profonda e ricca di talento. Proprio il termine "talento" credo che racchiuda bene le caratteristiche di Sassari, una formazione che ha anche una capacità importante di andare a rimbalzo su entrambi i lati del campo e quindi che la partita si giocherà molto sulla bravura nel controllare il nostro tabellone ed evitare che loro possano dominare il loro. Penso che la statistica dei rimbalzi possa anche determinare il ritmo della partita, e conseguentemente essere competitivi in questo dettaglio sarà fondamentale. E' stata per noi una settimana sicuramente particolare -prosegue il tecnico- ma purtroppo non è la prima, visto che non abbiamo ancora portato a casa una vittoria e questo, ovviamente, appesantisce l'ambiente in generale, ma devo dire che non stiamo insieme e non ci alleniamo come una squadra che è 0/6, nel senso che il lavoro è intenso e l'atteggiamento è quello di una squadra che ci crede, che vuole andare oltre questo bruttissimo momento e secondo me, al di là del brutto epilogo, anche la partita di domenica scorsa contro Cremona ha detto questo. Contro la terza forza del campionato -spiega Ramagli- ho visto una squadra che ci ha creduto e che ha spremuto tutte le proprie energie, mollando in quei tre minuti finali che hanno determinato uno scarto ingeneroso rispetto a quanto visto sul campo, ma lo sport è così: quando sei in difficoltà, giustamente, non è che gli altri ti fanno sconti e quindi noi dobbiamo prima di tutto trovare negli assetti tecnici quelli che sono gli elementi indispensabili per uscire dalle difficoltà e questo, parlando di domani, vuol dire ad esempio che la nostra combattività a rimbalzo sarà probabilmente l'elemento decisivo in termini di equilibri di partita". Dover rinunciare a Kerron Johnson non sarà semplice, ma il coach prova a caricare i suoi: "Kerron ha riportato una distorsione alla caviglia nell'allenamento di giovedì, in una situazione peraltro di grande lotta a rimbalzo. Dovremo valutare sulla base dei riscontri clinici quelli che saranno i tempi di recupero, ma sicuramente a Sassari non ci sarà. Sicuramente non è una bella notizia -commenta Ramagli- perché in questo clima, Kerron dal punto di vista dell'atteggiamento e della combattività è sempre stato in prima linea, ma noi dobbiamo essere bravi nel trasformare le difficoltà in opportunità: chiederemo un impatto importante a Gianluca e Riccardo, sapendo che le vicissitudini di una squadra non passano mai dalle mani di un solo giocatore. Di fronte alle assenze, soprattutto se pesanti, tutti devono saper fare un passo in più e credo che sia quello che noi domenica sera faremo".

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento