Troppa Ragusa per la Scotti

Le biancorosse battute sul campo della squadra vice-campione d'Italia. Prima metà di partita su buoni livelli, poi alla distanza la gara va secondo pronostico. E domenica al Pala Sammontana uno scontro diretto fondamentale con Torino
82-64
PASSALACQUA RAGUSA Consolini 14, Cinili 1, Soli 2, Hamby 35, Kuster 21, Formica 5, Rimi, Craciun 2, Gianolla 2, Bongiorno. All. Recupido (vice Gebbia)
USE SCOTTI ROSA Madonna 8, Narviciute 12, Brunelli 4, Huland El 9, Mathias 12, Rosellini 8, Calamai 4, Chiabotto, Pochobradska 4, Lucchesini 3, Manetti. All. Cioni (ass. Ferradini-Giusti)
Parziali: 20-18, 37-31 (17-13), 68-45 (31-14), 82-64 (14-19)
Era difficile pensare di poter passare sul campo della squadra vice-campione d'Italia e dopo una trasferta logisticamente complicata e così la Scotti torna a mani vuote dal campo di Ragusa. Il finale è di 82-64, un parziale pesante che matura alla distanza visto che, nella prima metà di gara, le biancorosse riescono a restare aggrappate alla partita. La terza frazione, però, è quella decisiva e la sfida va quindi secondo il copione che era logico immaginarsi alla vigilia. Apre le danze Hamby (chiuderà con 35 punti) a cui replica subito Huland. La Scotti tiene bene il campo e coglie il primo vantaggio con la tripla di Mathias (8-9) e subito dopo tiene la testa avanti con Madonna: 8-11. La gara è piacevole ed equilibrata tanto che al primo intervallo si va con il punteggio di 20-18. Un bel tiro in sospensione di Pochobradska riapre la frazione con la Brunelli che, poco dopo, segna il 20-22. La Passalacqua prova a scappare con la tripla della Kuster (30-24) ma Mathias, con un gioco da tre punti, riavvicina il punteggio: 30-27. Con Craciun e Granolla, però, le siciliane scuotono per la prima volta la gara e danno la sensazione di scappare piano piano. Al riposo lungo siamo 37-31 e la sensazione diventa certezza quando le squadre tornano in campo. La terza frazione si chiude infatti col parziale di 31-14, con le biancorosse che restano in partita fino al 43-38 a firma Huland. Ragusa scappa con un parziale di 9-0, Calamai prova a metterci una pezza ma piano piano il punteggio lievita fino al 68-45 della terza frazione che, di fatto, decide le sorti della partita. Gli ultimi dieci minuti servono solo per arrivare al finale che è di 82-64. E domenica alle 18 al Pala Sammontana un'altra partita cerchiata in rosso per le biancorosse che ricevono la visita di Torino, un altro scontro diretto fondamentale per la corsa salvezza.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento