Il Basket Golfo a caccia della Quarta vittoria consecutiva

Dare continuità per puntare in alto, questo l’obiettivo dei gialloblu
La vittoria di Alba sofferta, ma bellissima nel finale, non è un punto di arrivo, ma deve essere una basa di partenza per costruire una classifica importante, come abbiamo detto il trampolino di lancio per la rincorsa ad una piazza fra le prime quattro, mai come quest’anno alla portata dei gialloblu. Quindi punto e a capo, per non rischiare di sciupare quanto di buono fatto nella prima parte di campionato, occorre ora confermare la solidità casalinga, i test che ci attendono nelle prossime sei gare ci vedono quattro volte davanti al caldo pubblico del Palatenda, contro avversarie dirette ed in forma come Valsesia e Varese, o storicamente ostiche come San Miniato ed Empoli. Quattro appuntamenti da non fallire, che se portati a casa, garantirebbero a Piombino di girare almeno a quota 20 in classifica, quota che in prospettiva può dare buone possibilità di lottare per quella piazza fra le prime quattro, sempre inseguita e mai raggiunta. Ad Alba si è visto il carattere di questa squadra, dopo un pessimo approccio al match, cosa che spesso e volentieri compromette l’esito finale, i ragazzi in gialloblu non hanno mai smesso di crederci, non hanno smesso quando si è fermato Procacci a fine primo quarto, non hanno smesso di crederci quando siamo andati sotto di 15 nel secondo quarto, non hanno smesso quando dopo esser risaliti a meno 2 nel terzo, sono finiti nuovamente a meno 12 e ancora nel momento decisivo, quando dopo il sorpasso firmato Iardella e dopo aver dominato la frazione, si sono visti nuovamente sorpassare a pochi metri dal filo di lana, da due canestri di pregevole fattura, ma molto difficili di Dell’Agnello. Un bel progresso rispetto alle trasferte di inizio campionato e in prospettiva per le future. Adesso dobbiamo però concentrarci su Valsesia, oggi alle ore 18.00 arriva l’avversaria che anno passato ci ha battuto in casa e fuori, quella squadra con cui fra le mura amiche non abbiamo mai segnato più di 68 punti, col successo più largo arrivato di soli sei punti. Un’avversaria che pur a fronte di perduranti ed importanti assenze, sta facendo un buonissimo campionato. Tanti giovani, guidati da Quartuccio, play che ci ha sempre creato difficoltà, affiancato da Cernivani, che nel nostro primo anno in B, venne giovanissimo al Palatenda con Tortona e appena messo i piedi in campo, mise due bombe nella retina gialloblu, vizio che non ha perso ed oggi è davvero un tiratore temibilissimo (42% con 17.4 punti di media). Se non dovesse rientrare il lungo ex Stella Azzurra Mirco Gloria, Valsesia punterà ancora tutte le sue fiches, sul tiro da tre, Piombino sotto le plance è sicuramente più forte e i piemontesi dovranno provare a scardinare la difesa gialloblu con i tanti tiratori di cui dispone. La difesa del Golfo dovrà essere attentissima, non farli andare in fiducia, perché prendere 51 punti (60% da tre) come ha fatto la Fiorentina nei primi due quarti, per Piombino potrebbe essere fatale. Piombino deve vincere per mettere fieno in cascina, pensando ad Omegna e ad un girone di ritorno molto difficile.

Stefanini Stefano - www.basketgolfopiombino.com
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento