Piombino bissa a San Giorgio la rimonta di Alba e vola in classifica

Ancora una volta, a dimostrazione di una grande forza mentale, i gialloblu vincono fuori casa in rimonta
Il Basket Golfo vince in volata a San Giorgio, 63 a 62 il finale di una partita dall’andamento incredibile, come vedremo nella cronaca. Un successo che lancia la squadra piombinese al terzo posto, a pari merito con San Miniato e a soli due punti dalla Fiorentina, che occupa la seconda piazza, una vittoria che ancora una volta dimostra che questa squadra oltre alle qualità ha un grandissimo carattere. Infatti come era successo già ad Alba, la squadra ha saputo, con un quarto finale pressochè perfetto, ribaltare il meno 10 di fine terzo quarto. Pur con la zavorra di una situazione falli pesante, ha saputo difendere alla grande, concedendo, a quello che fino ad oggi era uno dei migliori attacchi del girone, solo 5 punti negli ultimi 10 minuti. Partita dall’andamento rocambolesco, Piombino parte fortissimo, nel primo quarto impone la sua fisicità agli avversari, domina ai rimbalzi (11 a 6), sotto l plance non sbaglia quasi niente (6 su 9) con Fratto incontenibile, 8 punti e 3 su 3 da sotto, dalla distanza colpiscono, prima Mazzantini e poi Bazzano per il più 10, che diventa più 13 coi tiri dalla lunetta di Fratto. Concede agli avversari solo tiri ad alto coefficiente difficoltà grazie ad una grande intensità e ad un’ottima organizzazione difensiva, il risultato è il 22 a 11 al primo riposo. Ad inizio secondo, due bombe di Millo Bianchi (chiuderà con 3 su 5 dalla distanza), affondano i draghi a meno 15, ma Scali e una bomba del lungo Di Ianni, frenano il tentativo di fuga dei gialloblu. Piombino cala improvvisamente, dopo le bombe di Bianchi subirà 21 punti in 8’, con i soli Fratto e Persico provano ad opporsi al trio, Di Ianni, Scali e un Rota micidiale nel tiro dalla media. Nel finale alcune sanguinose palle perse, regalano alla Sangiorgese un meno 5 insperato al riposo lungo, 39 a 34. Una bomba di Fratto in avvio, illude il Golfo, ma Procacci, uno dei migliori in campo, si vede fischiare due falli in possesso palla, terzo e quarto fallo, che lo costringono in panca. Sui due falli arrivano puntualmente i canestri dei padroni di casa per il meno 4, Piombino cala difensivamente, Iardella non trova sbocchi in attacco e i ragazzi di coach Quilici imperversano, segnando da ovunque. Al minuto 27 Bocconcelli firma il primo vantaggio della Sangio, poi la bomba del più 4 e un altro canestro da due, Parlato mette la bomba del più 8 e ancora Bocconcelli firma il più 10, con un canestro in acrobazia sulla sirena, 57 a 47. Mazzata che stenderebbe un elefante, nei due quarti centrali, scompare il Piombino perfetto di inizio gara e arriva un parziale di 46 a 25 per i padroni di casa, inerzia completamente girata a favore dei draghi. Ma nel quarto finale Piombino dimostra di essere squadra esperta e di carattere, con Procacci in campo con 4 falli, Persico con 3 riesce a difendere benissimo. Una bomba di Procacci apre un parziale di 10 a 0 per gli uomini di coach Andreazza, con la penetrazione di Mazzantini, lo scivolamento sulla linea di fondo di Persico e la terza bomba del match di Bianchi, parità a 3’30’’ dal termine. Roveda sblocca il punteggio per i padroni di casa, Toso dalla lunetta risponde a Fratto, ma a 1’ e 14’’ dal termine, Iardella, dopo uno 0 su 5 dal campo, trova la bomba che risulterà decisiva, più uno Golfo. Piombino è ora attentissimo in difesa, costringendo all’errore Parlato e Scali, Iardella ha i due liberi per il più 3, ma ne sbaglia uno. Più 2 a 16 secondi dal termine. Sulla rimessa in attacco gli arbitri fischiano tecnico a Iardella per l’ostruzione sulla rimessa. Parlato dalla lunetta segna il meno uno. Sulla successiva rimessa, Rota penetra e cerca lo scarico Fratto intercetta e mette fuori, ancora 6’’ da giocare. Ultimi brividi per Piombino, ma ancore le manone di Fratto oscurano il canestro al tiro della disperazione di Di Ianni, Bianchi cattura il rimbalzo e sigilla i due punti fra le sue mani.
Le parole di coach Andreazza a caldo dopo il match: “Vittoria importantissima, perché arrivata su un campo veramente difficile, contro una Sangio che ha venduto cara la pelle. Siamo partiti benissimo, ma potevamo chiudere il primo tempo con un vantaggio un po’ più largo. Sapevamo che loro prima o poi avrebbero ricominciato a macinare il loro gioco, ma noi ci siamo proprio bloccati, rendendogli la vita più facile, complici anche qualche ingenuità e il terzo ed il quarto fallo di Procacci, che hanno fatto perdere sicurezza alla squadra. E’ calato il ritmo in attacco e siamo stati un po’ troppo molli in difesa. Nel quarto finale abbiamo ritrovato fisicità, voglia di difendere insieme, siamo stati bravi nei momenti decisivi in attacco e freddi nel finale. Concedere nel finale solo un canestro dal campo ad un attacco forte come il loro, a una squadra che aveva le migliori percentuali al tiro del campionato, bisogna solo fare i complimenti ai nostri ragazzi.” Settimo successo in otto gare per un Piombino che, sul campo, sta meritandosi quei pronostici favorevoli attribuitigli ad inizio stagione. Ad una giornata dalla fine del girone di andata 20 punti in carniere, con addirittura la possibilità di agganciare nell’ultima giornata quel secondo posto che varrebbe la partecipazione alle finali di Coppa Italia. Difficile perché Firenze gioca in casa, ma ha un’avversaria non facile, quella Alba che oggi ha infilato il quinto successo consecutivo, ma anche Piombino deve affrontare una squadra tradizionalmente ostica come Empoli. Ma lasciati i sogni nel cassetto, per Piombino c’è una solida realtà, una classifica ottima, che però i gialloblu dovranno sudarsi ogni maledetta domenica.
LTC S. Giorgio su Legnano - Solbat Basket Golfo Piombino 62-63 (11-22, 23-17, 23-8, 5-16)
LTC S. Giorgio su Legnano: Eugenio Rota 13 (4/8, 1/1), Guido Scali 11 (5/11, 0/2), Salvatore Parlato 9 (1/4, 2/8), Alfonso Di ianni 9 (3/4, 1/5), Pietro Bocconcelli 9 (3/3, 1/2), Francesco Toso 6 (2/3, 0/0), Edoardo Roveda 3 (1/3, 0/1), Stefano Colombo 2 (1/2, 0/0), Marcello Cozzoli 0 (0/2, 0/4), Leonardo Frison 0 (0/0, 0/0), Marco Fasani 0 (0/0, 0/0), Simone Plebani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 11 - Rimbalzi: 37 14 + 23 (Guido Scali 10) - Assist: 9 (Salvatore Parlato, Marcello Cozzoli 2)
Solbat Basket Golfo Piombino: Francesco Fratto 16 (5/8, 1/3), Edoardo Persico 12 (4/10, 0/0), Alessandro Procacci 9 (2/5, 1/3), Camillo Bianchi 9 (0/3, 3/5), Saverio Mazzantini 7 (2/3, 1/2), Alessio Iardella 6 (0/2, 1/4), Yuri Bazzano 3 (0/0, 1/1), Edoardo Pedroni 1 (0/1, 0/0), Niccolò Pistolesi 0 (0/0, 0/0), Tommaso Molteni 0 (0/0, 0/0), Alessandro Riva 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 20 - Rimbalzi: 34 9 + 25 (Camillo Bianchi 8) - Assist: 8 (Alessandro Procacci, Alessio Iardella 3)

Stefanini Stefano - www.basketgolfopiombino.com
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento