Signore e signori, l'Use Computer Gross!!

La squadra di coach Bassi, con una prestazione strepitosa, batte la capolista Fiorentina per 95-74. Un successo figli di una prova di rara intensità e delle conseguenti alte percentuali al tiro. Prossimo match domenica 6 gennaio a Piombino
95-74
USE COMPUTER GROSS Giannini 18 (4/8, 2/5), Stefanini 17 (3/3, 3/3), Giarelli 13 (6/12, 0/1), Perin 11 (1/1, 2/6), Raffaelli 11 (1/4, 3/5), Sesoldi 11 (0/1, 3/4), Corbinelli 9 (0/0, 3/7), Antonini 5 (1/1, 1/2), Botteghi (0/0, 0/0), Falaschi ne, Landi ne, Maltomini ne. All. Bassi (ass. Mazzoni/Valentino)
ALL FOOD FIORENTINA BASKET Cuccarolo 17 (5/7, 0/0), Iattoni 16 (4/8, 2/3), Berti 10 (1/1, 2/4), Savoldelli 10 (3/4, 0/5), Udom 6 (1/1, 1/2), Bianconi 5 (1/4, 1/2), Drocker 5 (1/1, 1/2), Bastone 3 (1/5, 0/4), Banti 2 (1/3, 0/0), Gabriele Bargi (0/1, 0/0), Vico ne, Mancini ne. All. Niccolai (ass. Baccetti-Dingacci)
Parziali: 22-26, 51-42 (29-16), 73-62 (22-20), 95-74 (22-12)
Signore e signori, l'Use Computer Gross. Nell'atteso derby con la capolista All Food Fiorentina, la squadra di coach Bassi dà una vera e propria lezione di basket agli avversari vincendo con un 95-74 che parla da solo. Un punteggio inusuale per questa squadra, numericamente figlio di una strepitosa serata al tiro dalla lunga (17/33, 52%) ma che sarebbe riduttivo spiegare solo con i numeri. Questi, infatti, sono frutto di un'intensità difensiva che dura 40 minuti annichilendo Firenze che, al di là dei numeri, alla fine della terza frazione era comunque ancora in partita. Ma stasera l'Use è quella vera, quella che non molla mai, che combatte su ogni pallone e che alla fine si regala una vittoria bellissima e strameritata, una di quelle in grado - si spera senza dirlo ad alta voce - di dare una svolta alla stagione. Che la Computer Gross faccia sul serio si capisce subito col 6-0 che inaugura la gara e che vede subito in 'tiro' Stefanini, autore di una prestazione perfetta (100% dal campo e dalla lunga). Banti riavvicina Firenze e Udom, oltre a limitare un po' proprio Stefanini, impatta a quota 10 lasciando poi a Drocker la bomba del sorpasso: 15-18. Savoldelli firma il canestro che chiude la prima frazione sul 22-26. I biancorossi, vista la fisicità degli avversari, faticano a trovare varchi sotto e così inizia una gragnola di bombe che fa tramortire Firenze. Segnano Corbinelli, Perin, Sesoldi, Antonini e Stefanini ma, soprattutto, la squadra azzanna la partita senza mollarla mai. Piano piano il divario lievita e, sull'ennesima tripla, stavolta di Raffaelli, Niccolai chiama timeout. Firenze è in palese difficoltà e chiude difendendo a zona ed andando al riposo lungo sul 51-42. La Computer Gross si riaccende subito con un 5-0 a firma Giarelli dopo palla recuperata da Perin e Raffaelli dalla lunga: 56-42. Iattoni trova anche lui il tiro pesante ma subito dopo la combinazione Stefanini-Giarelli vale il 61-45. A quel punto i biancorossi tirano un po' il fiato e la All Food torna a meno 12 (67-55) ma all'8' ancora allungo (73-55) che obbliga di nuovo al timeout Niccolai. Nel finale, così come nell'ultima frazione, Firenze si appoggia molto su Cuccarolo, immarcabile per i biancorossi, e così al 30' il tabellone dice 73-62 e quindi racconta una partita ancora tutta da giocare. Zona difensiva di Firenze che Corbinelli buca subito dalla lunga e, poco dopo, ecco il quarto fallo di Cuccarolo. Giarelli, protagonista di una strepitosa prova difensiva, segna l'81-64 al 5' e, quando Perin sempre dall'arco mette il più 19 (84-65), si capisce che l'Use porterà a casa la vittoria, cosa che avviene nel tripudio del pubblico. Per la terza volta consecutiva, il Pala Sammontana è tabù per Firenze: il finale è 95-74. Ora la Computer Gross tornerà in campo domenica 6 gennaio a Piombino, ultima del girone di andata. Intanto si gode un fine d'anno sereno sulle ali di tre vittorie consecutive.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento