La Blukart fa la voce grossa e Siena affonda al Fontevivo

CreditAgricole-Blukart Etrusca San Miniato - La Sovrana Pulizie Virtus Siena 83 - 44
Blukart: Nasello 10, Mazzucchelli 9, Benites 2, Apuzzo 7, Preti 12, Neri 4, Trentin ne, Capozio 15, Lasagni 21, Magini 3, Ciano, Daini Palesi. All. Barsotti Ass. Ierardi, Carlotti e Latini
Siena: Falchi ne, Pucci 6, Bianchi 1, Olleia 6, Imbrò 4, Ndour 2, Nepi 5, Gnecchi 8, Guilavogui 6, Stepanovic 2, Maccaferri 4. All. Tozzi Ass. Ceccarelli e Spinelo
Parziali: 21 - 9, 42 - 19, 69 - 28, 83 - 44
Arbitri: Dario Di Gennaro di Roma e Andrea Coraggio di Frosinone
La Blukart si impone senza problemi su Virtus Siena, in una gara sempre in controllo, continuando così la sua splendida corsa in campionato. Gli ospiti riescono ad arginare la freschezza e la corsa della squadra di coach Barsotti solo nei primi cinque minuti di gara, quando il parziale vede la squadra di casa sul 7 a 6. Ma fra il quinto minuto e il quindicesimo, la difesa dell'Etrusca concede solo 5 punti agli ospiti, potendo così volare sul 30 a 11, per poi andare all'intervallo con 23 punti di vantaggio, sul 42 a 19, con Nasello e Lasagni assoluti mattatori della gara, già in doppia cifra all'intervallo. Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia e in un terzo quarto perfetto, con una difesa attentissima guidata da Magini e Mazzucchelli, la Blukart prende ancora il largo, grazie alla verve offensiva di Lasagni, top scorer della gara con 21 punti, e dalla concretezza sotto le plance di Stefano Capozio, per lui 15 punti a fine partita. Nell'ultimo quarto, con l'Etrusca avanti di 41 punti c'è ampio spazio per i più giovani, con Apuzzo e Ciano a macinare minuti, in una gara che scorre fino alla fine senza storia, fino al +39 alla sirena, che premia una Blukart che ha mostrato, anche in una gara più facile sulla carta, una bella mentalità, premiata per questo dall'applauso del suo pubblico. "Abbiamo giocato una gara matura e questo è motivo di grande soddisfazione per me" commenta così a fine gara coach Federico Barsotti "I minuti fra primo e secondo quarto sono stati determinanti per il risultato finale, con un break importante, imposto grazie alla nostra intensità e attenzione. Il divario a fine partita può far pensare ad una gara facile, ma in questo campionato nessun risultato è scontato e se oggi abbiamo prevalso con questo scarto è perché abbiamo messo in campo una grande mentalità, con tutti i ragazzi protagonisti, dai "senatori" ai più giovani. Ora ci attende una dura settimana di lavoro in vista di una bellissima e affascinate sfida: sabato c'è la trasferta di Omegna, la capolista del campionato, e la consapevolezza che ha messo la squadra in campo oggi è un bel messaggio in vista di quella sfida. Una sfida che dobbiamo vivere con grande spirito di impresa.".

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento