Non c'è mai partita, la Computer Gross domina

La squadra biancorossa si regala una serata tranquilla con Domodossola e la travolge per 79-54. Una gara praticamente perfetta che nel finale vede protagonisti i giovani con la bella notizia del ritorno di Pelucchini.

79-54
USE COMPUTER GROSS Giannini 18 (2/4, 4/4), Giarelli 12 (6/10, 0/0), Raffaelli 9 (2/5, 1/1), Perin 9 (3/6, 1/4), Sesoldi 7 (1/1, 1/3), Antonini 6 (0/0, 2/6), Corbinelli 5 (0/0, 1/6), Stefanini 4 (2/2, 0/0), Botteghi 4 (1/2, 0/2), Landi 3 (0/2, 1/1), Pelucchini 2 (1/1, 0/1), Falaschi 0 (0/1, 0/0). All. Bassi (ass. Mazzoni/Valentino)
VINAVIL-CIPR DOMODOSSOLA Ballabio 15 (5/12, 1/1), Rovere 14 (5/9, 1/5), Zaharie 9 (2/3, 0/1), Fornara 4 (1/5, 0/1), Marzullo 4 (1/3, 0/1), Avanzini 2 (1/5, 0/0), Di Meco 2 (1/3, 0/1), Patani 2 (1/1, 0/2), D'Andrea 2 (1/6, 0/0), Manzo ne. All. Milli.
Arbitri: Di Salvo di San Giuliano Terme e Guercio di Ancona
Parziali: 26-12, 48-25 (22-13), 64-37 (16-12), 79-54 (15-17)
Tutto fin troppo facile. L'Use Computer Gross si regala una serata tranquilla e stende con facilità la Vinavil Domodossola con un eloquente 79-54, epilogo naturale di una partita che i biancorossi approcciano bene, giocano meglio e concludono senza patemi. Davvero mai, nell'arco dei quaranta minuti, la squadra da la sensazione di perdere il controllo della situazione e così la gara serve soprattutto per mantenere la posizione di classifica ai limiti della zona playoff e confermare la continuità di rendimento nelle gare interne, aspetto da non trascurare. A rendere tutto facile l'Use ci pensa sin dalla palla a due, visto che già al 10' siamo 26-12. Con un Giannini che non sbaglia praticamente mai ed un Raffaelli ancora su ottimi livelli, il divario piano piano lievita e, dopo il passaggio a metà partita sul 48-25, la seconda metà è tutta in discesa. L'unico problema che coach Bassi si trova a dover fronteggiare è la distorsione alla caviglia che rimedia Stefanini e che, dopo l'intervallo, lo costringe a tornare in campo solo per seguire la gara dalla panchina. Per lui, comunque, per fortuna niente di grave. Mentre tutti trovano il canestro con facilità, c'è spazio infine anche per i giovani, a partire da Cosimo Pelucchini che, dopo diversi guai fisici, torna finalmente in campo e trova anche la via del canestro. Nella seconda metà dell'ultima frazione in campo ci sono tre classe '99 e due 2000, una cosa importante non solo per loro ma, soprattutto, per la società che vede crescere ancora i suoi prodotti del vivaio. Finisce 79-54 ed ora, già da lunedì, testa alla difficilissima trasferta di sabato prossimo sul campo della capolista Omegna.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento