Geonova sbanca il Capitini di Agliana

“Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare” mai il detto coniato da John Beluschi ha calzato più a pennello di Domenica scorsa (31 Marzo) per la partita contro una delle pretendenti alla piazza d’onore, la Endiasfalti Agliana. Il Sig.Biancalana scodella la palla e la partita prende il via, bastano davvero pochi secondi del primo quarto per capire che la partita non sarà facile e che quanto ci immaginavamo potesse mettere in atto l’Agliana è decisamente meno della realtà. E’ una partita molto veloce, i padroni di casa vanno davvero veloci, mettendo spesso in difficoltà la nostra difesa, costringendola ad una sequenza di falli con conseguente prematura entrata in bonus, regalando così qualche libero di troppo ai nero/verdi. La partita comunque va avanti di pari passo con Romano e Nesi che danno spettacolo fin dai primi minuti, non da meno il duo Bogani, Rossi. Il secondo quarto inizia tale e quale al primo, per i padroni di casa comincia a farsi vedere anche Nieri che insieme a Rossi realizzano punti pesanti per l’Agliana, ma oggi il capitano Romano è in stato di grazia e insieme a Nesi “martellano” il canestro avversario con percentuali importanti, ben 75% per i tiri da tre e il 100% sui liberi per il capitano, per Nesi 100% da tre, 100% dai liberi e un 40% da due. A meta quarto la Geonova ci prova, spinge ed impatta, poi prova la fuga, ma la sirena suona e si deve accontentare di andare al riposo con un vantaggio di sole tre lunghezze. Al rientro in campo l’Agliana da l’idea di avere le batteria un po’ scariche, ad approfittarne è Andrea Barsanti che infila una delle sue triple, tra gli applausi del folto pubblico lucchese presente in tribuna. Trascorrono giusto un paio di minuti e nel cesto entra un’altra tripla, sul pallone la firma è ancora Andrea, ma questa volta è di Andrea Del Debbio, sei punti che l’Agliana accusa, prova a reagire con Rossi, l’unico che continuerà a segnare in questo quarto, ma una nuova tripla di Romano spezza subito ogni velleità, poi è Zita che va segno, Nesi da due e a chiudere il quarto ancora Del Debbio, con una nuova tripla, quasi a fil di sirena e sul tabellone adesso si legge 58/69. L’ultimo quarto riprende esattamente come era terminato il precedente, palla a Del Debbio ed è il più tredici, Bogani va a segno da due e Zita pareggia il conto poi Romano dalla distanza lascia partire due siluri che si infilano molto elegantemente nel canestro avversario per il più diciannove. Mancano ancora cinque minuti prima del fischio finale, Romano e Tempestini massacrano il canestro dei padroni di casa con una serie di triple impressionanti, alla fine saranno diciassette quelle entrate, l’Agliana ci prova ancora, ma le loro batterie sembrano davvero esaurite, da qui in avanti per i ragazzi di Piazza è solo grande basket, dopo aver messo la freccia e sorpassato con molta disinvoltura, intuiscono che le turbolenze sono ormai alle spalle ed è tempo di inserire il pilota automatico e godersi il viaggio. Alla fine i padroni di casa riescono ad alleggerire il passivo fino al meno diciannove, grazie ad una tripla infilata allo scadere, diversamente sarebbe stato fin troppo punitivo per quanto lavoro fatto in campo e per l’impegno messoci. Da segnalare in chiusura di partita l’espulsione di Nesi e di un ragazzo dalla panchina della Agliana, sembra per alcuni scambi di battute, questo giusto per capire quanto la partita fosse sentita e carica di aspettative da ambo le parti
23/19 – 23/30 – 12/20 – 21/29
23/19 – 46/49 – 58/69 – 79/98
Agliana Zaccariello 3, Bogani 12, Rossi 29, Sollitto 2, Bettazzi, Limberti, Razzoli 2, Biagioni, Nieri 21, Tuci 6, Arceni, Salvi 4 All. Mannelli, Vice Toccafondi Ass. Gorgeri
Geonova Del Debbio 10, Zita 4, Romano 39, Tempestini 11, Barsanti 3, Russo, Nesi 15, Puccinelli, Tessitori 8, Pagni 4, Pierini 4 All. Piazza, Vice Chiarello, Ass Puschi

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento