La Blukart cede in volata alla capolista Piombino

CreditAgricole-Blukart Etrusca San Miniato - Solbat Basket Golfo Piombino 70 - 72
Blukart: Nasello 11, Benites 4, Mazzucchelli 5, Apuzzo, Preti 12, Neri 7, Trentin 6, Capozio 4, Lasagni 10, Magini 11, Regoli ne, Ciano ne. All. Barsotti Ass. Ierardi, Carlotti e Latini
Piombino: Riva, Pedroni 5, Iardella 7, Procacci 10, Bazzano ne, Persico 15, Molteni, Fratto 13, Mazzantini 13, Bianchi 9, Carpitelli ne, Pistolesi ne. All. Andreazza Ass. Formica e Ulivieri
Parzialie: 19 - 13, 36 - 27, 51 - 47, 70 - 72
Arbitri: Francesco Praticò e Giuseppe Scarfò di Reggio Calabria
Perde la prima gara casalinga del girone di ritorno la Blukart, che cade in volata contro la capolista Piombino, dopo una gara condotta per oltre trenta minuti. I ragazzi di coach Barsotti entrano in campo con il piglio giusto, mettendo subito una grande intensità sulla gara, con Trentin e Neri sugli scudi in fase offensiva, chiudendo la prima frazione sul 19 a 13. Il secondo quarto continua sulla falsariga del primo, con il livello agonistico della gara che sale e l'Etrusca riesce a mantenere e incrementare il vantaggio nel finale, nonostante le scarse percentuali dall'arco, grazie ad un due su due ai liberi di Magini su antisportivo di Persico, e un canestro allo scadere nel cuore dell'area di Nasello, che sancisce il 36 a 27. Al rientro dagli spogliatoi una bomba di Magini dà il massimo vantaggio ai locali sul +12, ma Piombino inizia la sua rimonta punto su punto, chiudendo le maglie in difesa e trovando in Mazzantini, con 13 punti a fine gara, il protagonista della rimonta; Preti, con 8 punti nel terzo quarto, riesce a tenere San Miniato avanti, con l'ultimo quarto che inizia con la Blukart sopra di 4 punti. La capolista però continua a macinare gioco e coach Barsotti è costretto a rotazioni anomale, a causa del metro estremamente severo della coppia arbitrale nei confronti dei lunghi biancorossi, con Trentin, Preti e Nasello gravati di quattro falli già ad inizio ultimo quarto. Gli ospiti riescono a mettere la freccia e superare San Miniato a sette minuti dalla fine, con Persico, Bianchi e Iardella decisivi, fino al +11 a due minuti dalla fine che sembra chiudere la contesa. Ma l'Etrusca è una squadra che non muore mai e trova negli due ultimi minuti due bombe di Lasagni, una bomba di Neri e due liberi di Magini, con il solo Iardella a interrompere la rimonta dei locali. Sul meno due, a sei secondi dalla fine, i ragazzi di coach Barsotti hanno anche la palla per pareggiare o vincere, non sfruttata però da Mazzucchelli in penetrazione, con Piombino che può festeggiare una vittoria di grande sostanza, che vale tanto per il primo posto in campionato. "Mi ritrovo a commentare una sconfitta amara, dopo una gara interpretata bene fin dalla palla a due" il commento a caldo a fine gara di coach Federico Barsotti "Purtroppo devo ammettere che dal terzo quarto in poi il metro arbitrale ci ha penalizzato: dopo il +12 ci sono stati una serie di fischi sul reparto lunghi che ha condizionato la squadra, costringendomi a rotazioni che hanno stravolto il piano partita. Questa valutazione non va ad inficiare la grande qualità espressa in campo da Piombino, che ha meritato la vittoria, ma posso dire certamente che, per quello che abbiamo fatto in questa gara, non meritiamo una sconfitta, come invece meritavamo sette giorni fa a Montecatini. Dobbiamo imparare da una squadra esperta come Piombino, che non ha saputo disunirisi nei momenti più complessi della gara, cercando sempre di costruire un gioco razionale. Noi invece continuano ad interpretare la gara in maniera umorale, capaci di grandi rimonte come quella di stasera e di cali pericolosi, come in parte del terzo e del quarto tempino. Per competere con le migliori dobbiamo trovare più equilibrio in ogni frangente della gara e sono sicuro che abbiamo le potenzialità per farlo.".

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento