La OriOra fa sudare Brescia, che soffre per tre quarti ma trova nel finale l'allungo decisivo

Prova generosa dei biancorossi, che cedono 87-79 contro la quotata formazione di coach Diana. La OriOra esce a testa alta dal PalaLeonessa di Brescia, senza tuttavia riuscire a tornare a una vittoria che manca ormai da troppo tempo. I biancorossi sono infatti usciti sconfitti per 87-79, dopo tre quarti giocati a tratti anche meglio dei padroni di casa, costretti spesso a dover inseguire, almeno nel primo tempo. Nonostante la settimana movimentata, l'approccio di Pistoia è stato ottimo, grazie soprattutto a un Mitchell infallibile dall'arco e in grado di prendere per mani i compagni fin dalla palla a due. Arrivato addirittura a 13 punti (14-27 al 9'), il vantaggio della OriOra è però progressivamente sceso (25-34 al 15', che diventava 32-34 al 17'), anche se, per tutta la prima metà di gara, Brescia non è comunque mai riuscita a mettere la testa avanti. Tuttavia, la serata infelice ai liberi da parte dei biancorossi (alla fine saranno solo 11 quelli realizzati, a fronte dei 20 tentati), qualche palla persa sanguinosa e un paio di episodi non fortunati, hanno permesso ai padroni di casa di chiudere un primo tempo sofferto sostanzialmente in equilibrio (38-40 a metà gara). Questa incapacità da parte della OriOra di portare in dote un buon vantaggio al rientro negli spogliatoi, alla fine ha inciso non poco nell'economia del match, anche perché, come prevedibile, Brescia ha saputo, nella seconda parte di gara, aumentare i giri del proprio motore. Pistoia è stata bravissima a reggere l'urto nel terzo quarto, con i locali costretti nuovamente a dover rincorrere, dopo aver preso un seppur minimo vantaggio in apertura. La tripla di Laquintana e il canestro di Sacchetti praticamente sulla sirena hanno permesso a Brescia di presentarsi allo scadere del trentesimo avanti di un'incollatura (62-61), ma è all'inizio dell'ultimo periodo che la formazione di coach Diana è riuscita a imprimere quell'accelerazione che di fatto Pistoia non è più riuscita a recuperare. Cinque punti di Laquintana e le due triple in successione di Cunningham e Sacchetti hanno fatto malissimo ai biancorossi, bravi comunque, nonostante il grande lavoro difensivo di Moss su Mitchell, a restare quantomeno in scia e a tenere la gara aperta fino agli ultimi cento secondi, prima che la tripla di Hamilton (87-76) mandasse in onda i titoli di coda...

Bongi: "Ci abbiamo provato anche stasera, ma ci è mancata presenza mentale negli episodi"
Il tecnico analizza la sconfitta del PalaLeonessa: "Avremo bisogno di tempo, ma è ovvio che non ce ne sia". A fine partita Fabio Bongi così commenta la sconfitta dei biancorossi: "Ci proviamo sempre, non lasciamo niente di intentato e anche stasera lo abbiamo dimostrato. Credo che, nella nostra situazione, sia la cosa più importante. Stiamo cercando un equilibrio, soprattutto offensivo, che evidentemente ancora non abbiamo: quando dobbiamo fare la scelta giusta, vuoi per la pressione, vuoi per la stanchezza, facciamo fatica. Avremo bisogno ovviamente di tempo, ma sappiamo bene che il tempo sta scadendo e quindi in un modo o nell'altro dobbiamo ritrovare i due punti. Faccio i complimenti a Brescia, che ha dimostrato di essere una squadra solida e che stasera ha trovato energia e spunti importanti anche dalla panchina". Sul piano emotivo, il coach sa bene quanto la situazione per i suoi ragazzi sia complicata: "Nei momenti importanti -afferma Bongi- abbiamo avuto scarsa capacità di gestire la nostra frustrazione. E' un qualcosa che ovviamente ti porti dietro sconfitta dopo sconfitta e questo fa sì che ci sia poca presenza mentale quando invece sarebbe fondamentale per catturare un rimbalzo, una palla vagante, dare una spallata. Dobbiamo maturare su piccole cose che però, nella nostra situazione, potrebbero fare tutta la differenza del mondo".

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento