Lella Pistoia, risveglio tardivo: Castelfranco espugna la Einaudi

Peggior prova stagionale per il Lella Pistoia, che prima va sotto di undici nell’ultimo quarto e poi sfiora la clamorosa rimonta. Il tiro di Benassai non entra e così Castelfranco festeggia la salvezza
Alessandro Piperno aveva avvertito tutti alla vigilia: guai a sottovalutare Castelfranco. E di fatti, ecco la sconfitta che non ti aspetti per il Lella Pistoia, che sfiora la rimonta nel finale, ma che si deve arrendere per 48-50 al termine di un match di certo non bello, ma combattuto e nervoso. Nonostante il -11 a pochi minuti dalla fine, i biancoblu non mollano e sulla sirena potrebbero rinviare il discorso ai supplementari, ma il tiro di Benassai non va a buon fine. Arriva così il primo k.o. dopo tre successi consecutivi per Spampani e compagni, alla loro peggior prova stagionale, ma che non dovrebbe compromettere la corsa al quinto posto. Il Lella però non dovrà fallire l’ultimo appuntamento nel derby con Rossoblù Junior, altrimenti si dovrà attendere il verdetto da Cecina, dove Bottegone sarà impegnata.
LA CRONACA
L’inizio di gara del Lella è contratto. I biancoblu, privi dell’acciaccato Zerini, faticano a segnare, mentre i Frogs paiono più sciolti. Non a caso gli ospiti si portano sul 4-8. Coach Piperno decide di passare a zona e le cose in difesa cominciano ad andare meglio. In attacco poi ci pensa Belotti a suonare la carica, anche se al termine del primo quarto comandano i Frogs per 14-15. Nella seconda frazione pure Castelfranco si dispone a zona: la mossa frutta un nuovo +4 (17-21) per i viaggianti, che tirano bene da oltre l’arco. Spampani guida la riscossa del Lella, che piazza un break di 6-0 mettendo così la testa avanti per la prima volta nella partita. L’inerzia sembra passata nelle mani di Bruni e soci, ma la compagine neroverde continua a far male da 3. E così all’intervallo sono sempre i Frogs davanti (28-29). Al rientro in campo, Macigni firma immediatamente il sorpasso. Ma è un fuoco di paglia perché il nervosismo – dovuto a qualche fischio contestato degli arbitri – prende il sopravvento fra i biancoblu, che segnano la miseria di sei punti nel terzo quarto. Non che Castelfranco faccia molto di più, ma quanto basta per volare al +7 (34-41) del 30′. Il Lella non si sblocca neppure a inizio ultimo periodo, tanto che dopo quattro minuti i locali non hanno ancora messo punti a referto. I viaggianti volano a +11 nonostante l’eccellente difesa biancoblu, prima che i canestri di Spampani e Bruni riducano le distanze con un parziale di 9-0 (43-45 al 36′). Manfra riporta i pistoiesi fino a -1, ma i Frogs replicano con un gioco da tre punti. Due palle perse paiono condannare il Lella, ma la tripla siderale di Bruni riapre tutto, anche perché sulla rimessa seguente i neroverdi gettano via il possesso. Sul -2 a pochi secondi dalla conclusione, i ragazzi di Piperno hanno l’occasione di vincere o di mandare la gara ai supplementari, ma Benassai sbaglia e Castelfranco può così festeggiare un successo sulla carta inaspettato e che gli garantisce la permanenza matematica in serie D.
LELLA – CASTELFRANCO 48 – 50 (14-15; 28-29; 34-41)
LELLA: Zerini ne, Rettori ne, Zandò ne, Bruni 8, Belotti 5, Lombardi ne, Benassai 2, Spampani 14, Salute, Manfra 11, Mancini 2, Macigni 6. All. Piperno.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento