La Libertas Liburnia si aggiudica la Coppa Toscana Under 18 Gold

Con un vero e proprio trionfo, si è chiusa una stagione agonistica intensissima e, più in generale, si è chiuso un bellissimo ciclo. L’under 18 della Libertas Liburnia Livorno ha vinto, domenica, la Coppa Toscana Gold di categoria. Il ‘nucleo storico’ degli atleti nati nel 2001 (Gregorio Giachetti, Tommaso Viacava, Alberto Bernardini, Diego Lenzi, Raffaele Fiore, Ivan Coppola, Matteo Baroni, Giovanni Morfini, Gianluca Venni, Marco Ferretti, Alessandro Razzauti ed Enea Ciullo) è pronto ora a ‘salire’ tra gli under 20 e dedica la Coppa conquistata al proprio compagno di squadra più giovane, al talentuoso play sarzanese classe 2002 Matteo Sacchelli, che negli ultimi secondi della gara di domenica si è procurato un serio infortunio alla gamba destra. Gli under 18, prima di arrivare ad alzare la Coppa, hanno giocato, nella categoria, la bellezza di 35 partite: 26 nella prima fase, 7 nella cosiddetta fase ad orologio e poi 2 nella ‘Final Four’ disputata in questo caldo fine settimana di metà giugno a Bardalone, in provincia di Pistoia. Tutti gli under 18 della Libertas Liburnia hanno maturato significative esperienze, nell’arco di questa stagione, sia nel ‘proprio’ torneo di competenza (giocato, come evidenzia il risultato conclusivo, al vertice), sia tra i seniores: alcuni sono stati impiegati con continuità in prima squadra, in C Gold, mentre gli altri hanno trovato spazio nel campionato di prima divisione, disputato con la maglia dell’under 20. Alla distanza, anziché accusare la stanchezza per il numero record di gare effettuate nei vari campionati, gli scatenati ragazzi dell’under 18 sono andati in crescendo. Il trionfo in Coppa Toscana è frutto di una coesione di squadra più unica che rara. Sia nella semifinale di sabato, terminata con l’affermazione sulla Synergy Valdarno 61-54, sia nella finale di domenica, chiusa con il successo sui Bianco Blu Affrico Firenze 60-53, a far la differenza è stata la favolosa opera svolta in difesa. Tutti gli atleti gialloblù ruotati da Menichetti hanno portato il loro contributo alla causa. In ogni gara dell’annata - e più che mai nelle due partite ‘decisive’ di Bardalone - oltre ad una buona tecnica individuale, i dati salienti sono stati rappresentati dall’entusiasmo, dalla coesione e dall’amicizia. Valori aggiunti che hanno permesso di superare momenti difficili - vedi infortunio di Sacchelli - e di cogliere l’importante risultato. Sia nella partita di sabato, sia in quella di domenica, non è mancata ai labronici la lucidità per piazzare, negli ultimi minuti di sfide piuttosto equilibrate, lo sprint vincente. Contro i Bianco Blu Affrico, a 4 minuti dalla fine, livornesi in ritardo di 6 lunghezze. Sacchelli si procura un serissimo malanno a malleolo e tibia. Il gioco resta, ovviamente, fermo per lunghi minuti per consentire le prime cure del caso allo sfortunato play. Alla ripresa delle ostilità, i livornesi prendono in mano l’inerzia. La tripla di Fiore, a 2 minuti abbondanti dalla sirena, consente di acciuffare la parità. I livornesi spingono sull’acceleratore e costringono alla resa i temuti (e validi) fiorentini. I gigliati si rifugiano al fallo sistematico, ma i labronici non tremano, né dalla lunetta, né nelle conclusioni dal campo. La Libertas Liburnia Livorno under 18 aveva terminato al sesto posto il girone toscano B (quello della costa) del campionato Gold. Poi, nella fase ad orologio, ha ottenuto il passaggio alla Final Four, insieme a Mens Sana Siena, e, appunto, Synergy e Bianco Blu. La società livornese intende complimentarsi con i ragazzi per il prestigioso risultato conseguito. La Coppa Toscana conferma come con il serio lavoro effettuato da tutto lo staff sia possibile raggiungere risultati di primissimo piano. Complimenti a tutti e in bocca al lupo, per una pronta guarigione, a Matteo Sacchelli .

Libertas Liburnia
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento