Un bel Piombino batte Lucca e conquista la finale del Memorial Scali

Il Golfo onora le nuove maglie con una bellissima prestazione
Successo netto, 78 a 61 su Vico e compagni. Grandi progressi dal punto di vista fisico, Eliantonio sale di condizione e lo dimostra quando nel quarto finale tiene, con ancora tante gambe, i tentativi di penetrazione di Petrucci e Vico, l’attacco fa divertire con belle giocate, sia individuali che di squadra, la difesa è un po’ discontinua ma nel complesso è stata buona.
Ancora fermo ai box Iardella, Piombino parte con quello che presumibilmente dovrebbe essere lo starting five del campionato, Procacci in regia, Sodero, Mazzantini, Eliantonio e Persico, Lucca risponde con Banchi, Vico, Petrucci, Genovese e Kushev. Il primo quarto è scoppiettante, con le difese che prevalgono sugli attacchi, Piombino domina sotto le plance, Persico per kushev è un autentico incubo, Eliantonio sembra aver raggiunto un ottimo stato di forma e centra la retina dalla media e da sotto, Lucca si affida alle sue stelle, Vico fa quello che gli riesce meglio e batte spesso la difesa gialloblu con l’uno contro uno arresto e tiro, Genovese ha la fortuna degli audaci e trova due bombe di tabella. Ma Piombino comanda il match dal primo minuto, mettendo in mostra anche un Mazzantini ed un Sodero che sembrano già in forma campionato, il massimo vantaggio del Golfo arriva a più 7 per chiudere il quarto sul 28 a 22, Pubblico soddisfatto per il bello spettacolo, ma Andreazza di sicuro no, per i molti punti subiti. Nel secondo quarto la musica cambia, più attenzione in difesa e sul perimetro, dove, nel primo quarto, i gialloblu avevano concesso di più. Dopo un buon avvio, con il più 9 frutto di un bel canestro di Molteni, che con finta di penetrazione, arresto e tiro manda per le terre il suo marcatore e una bomba di Mazzantini, l’attacco si inceppa e nel finale un'altra bomba di Genovese chiude il parziale sul 13 a 10 per Lucca, con Piombino avanti al riposo di soli tre punti, 35 a 38, ma con una difesa che si è assestata e che non mollerà più la presa. Nel terzo quarto Piombino prende il volo e stende gli ospiti, 27 a 15 il parziale, con Mazzantini scatenato e Sodero che martella da tre, arriva anche la prima bomba di Eliantonio, accolta da un’ovazione del Palatenda, Lucca prova ad aggrapparsi ancora una volta al tiro da fuori, ma le due bombe di Drocker servono solo a diminuire lo svantaggio, che sarà di meno 15 all’ultimo riposo, 65 a 50. Nel quarto finale Andreazza prova a dar respiro ai suoi titolari, schierando quasi tutta la panca, Lucca ne approfitta con un 9 a 0, allora il coach trevigiano sul più 6 inizia a reinserire i titolari e la partita torna in mano ai gialloblu, con Lucca che nei 5’ finali segnerà solo 4 punti. Il pubblico soddisfatto saluta e ringrazia i propri beniamini con un caloroso e lungo applauso.
I Tabellini:
Golfo: Riva, Iardella ne, Procacci 8, Persico 10, Molteni 2, Mazzantini 19, Bianchi 14, Eliantonio 11, Sodero 14, Pistolesi, Carpitelli ne (17 su 33 da due, 9 su 20 da tre e 17 su 19 ai liberi)
Lucca: Drocker 8, Vico 13, Kushev 6, Bartoli 2, Banchi 7, Genovese 16, Del Debbio, Petrucci, Pagni 6, Pierini 2, Okiljevic 1, Simonetti
Ora domani alle 20.30 affronterà in finale Empoli che ha battuto piuttosto nettamente Cecina per 80 a 70, dopo aver condotto tutta la gara.
Le parole di Andreazza a fine match:
“Oggettivamente è stata una buona partita, per come l’avevamo preparata in settimana, ma abbiamo ancora troppe pause, pause che non ci potremmo permettere fra 14 giorni, quindi su certe situazioni dovremo accelerare in allenamento. Nei primi due quarti, siamo stati un po’ troppo morbidi in difesa, facendo anche troppi errori, nei secondi due quarti si è vista la difesa che vogliamo fare noi, ma dobbiamo arrivare a farla per 40’, se facciamo questo, a 60 punti poche squadre si divertiranno contro di noi. In attacco abbiamo fatto quello che dovevamo fare, contro una squadra importante di questo campionato. Per domani non medito vendette, perché la sconfitta di Empoli è arrivata per i carichi di allenamento, domani giochiamo sereni, non potremo preparare niente, potremo solo sfruttare quello che abbiamo imparato dal primo match. Ma dovremo mettere in conto anche che sarà la seconda partita in due giorni, dovremo quindi gestire le energie, quindi domani dovrò allargare ancor più le rotazioni.”

Stefanini Stefano - www.basketgolfopiombino.com
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento