Impiega un tempo la Sibe per superare l’impatto Gold ma poi dilaga ad Altopascio (58 a 74)

I Dragons si affidano alla loro super difesa nei quarti pari gettando le basi per il sigillo all’esordio. Alla fine i Dragons possono esultare, ma era chiaro fin dalla viglia che l’impatto con la serie superiore sarebbe stato difficile e ci sarebbe voluto un po’ di tempo per calarsi nella nuova realtà. Ed in effetti l’avvio della SIBE a Ponte Buggianese, risentiva sicuramente dell’emozione per l’esordio in Gold. In più i pratesi di fronte avevano una squadra esperta come Altopascio, da anni stabilmente in categoria, che aveva si perso un paio di ottimi elementi, ma con il mercato estivo, li aveva sostituiti con altrettanto validi giocatori, vedi la prestazione eccellente di Trillò, miglior realizzatore dei suoi con 19 punti, fra l’altro unico in doppia cifra. Novelli, tecnico pratese al secondo anno sulla panchina lucchese, schiera il quintetto che in Coppa Toscana aveva sconfitto Carrara. Coach Pinelli, che rinuncia a Smecca per motivi… ambientali, parte con il quintetto usuale. Chiuso in svantaggio di 7 il primo quarto, colpa di troppi errori al tiro, ma soprattutto di una difesa eccessivamente leggera, i Dragons ripartivano proprio da questa, stringendo le maglie sotto il proprio canestro, lavorando molto contro Cappa ed Orsini, bocche da fuoco dei lucchesi. La mira è ancora insufficiente, ma tenere a 9 punti nel quarto gli avversari, dà fiducia agli ospiti che all’intervallo recuperano qualcosa 33 a 28. Al rientro dagli spogliatoi l’ex Meucci prova a dare la carica ai rosablu, ma Pinna, per quanto impreciso in attacco, lo contiene a meraviglia. L’ala sarda è il migliore al rimbalzo, chiudendo con 10 carambole. La SIBE dopo essere andata a meno 8, inizia ad aggiustare la mira; Danesi, Staino e Taiti piazzano triple importanti per operare il sorpasso; il giovanissimo Navicelli, a lungo in campo, recupera palloni e serve assist mettendosi a disposizione dei compagni ed impegnandosi per contenere il pari ruolo e altrettanto giovane Pantosti, con Trillò migliore degli ospiti. Goretti è un baluardo in difesa e si rivela molto efficace anche in attacco. Il 49 a 53 non rassicura lo staff laniero che chiede a capitan Staino e compagni ancora maggior sforzo difensivo. I Dragons rispondono benissimo concedendo ancora solo 9 punti nei 10’ finali, quando sale in cattedra Fontani, top scorer di serata, che scrive l’ennesimo “ventello” in carriera con un percorso netto (10 su 10) dalla linea della carità. Negli ultimi minuti l’inerzia è in pratica tutta nelle mani dei rossoblu, che allungano non permettendo più ai padroni di casa di trovare la via del canestro. Il 58 a 74 manda in visibilio i supporter pratesi giunti al PalaPertini, ma non esalta più di tanto coach Pinelli al termine ci ribadisce il tanto lavoro ancora da fare per essere competitivi in un campionato che si presenta già difficilissimo e che già da domenica prossima, che vedrà l’esordio alle Toscanini, metterà dinanzi alla SIBE la corazzata Castelfiorentino che pur rimaneggiata ha avuto ragione senza discussioni, di Arezzo, squadra neopromossa, ma molto quotata nei pronostici.
BAMA ALTOPASCIO vs SIBE PRATO 58 a 74 (24-17; 33-28; 49-53)
BAMA: Pellegrini 2, Pantosti 4, Orsini 7, Lazzeri 4,Cappa 9, Giovani 3, Bini Enabulele 2, Meucci 6, Razzoli 2, Simonelli, Trillò 19. All. Novelli
DRAGONS: Danesi 14, Saccenti NE, Staino 15, Navicelli, Fontani 20, Zardo NE, Pacini NE, Smecca NE, Pinna 4, Manfredini NE, Goretti 9, Taiti 12. All. Pinelli
Arbitri: Carlotti di Calcinaia e Solfanelli di Livorno

Comunicato Stampa Sibe Prato
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento