Autorità e concretezza: PalaFilarete espugnato

L’Abc Solettificio Manetti espugna il PalaFilarete nell’attesa gara degli ex: 54-66. La corsa continua. Bella, concreta, autoritaria. L’Abc Solettificio Manetti batte l’Olimpia Legnaia 54-66 ed espugna un PalaFilarete fino ad oggi imbattuto. Un’Abc che, nonostante l’assenza di Terrosi, e nonostante uno Scali ben lontano dalla forma ottimale tanto da giocare soltanto i primi due minuti del match, ha saputo fare quadrato intorno all’emergenza e tirare fuori qualcosa di più da tutti gli altri. Ottime le prestazioni dei giovani, con Cantini e Daly sugli scudi, ma solida la prova dell’intero collettivo, con Pucci e Delli Carri che hanno saputo prendere per manoe guidare la squadra quando serviva. Un’Abc che ha condotto per tutti i quaranta minuti: nessuna indecisione, nessun calo di tensione stavolta, bensì tanta compattezza. Una vittoria importante, che inietta una bella dose di entusiasmo e fiducia all’intero ambiente in vista della sosta della prossima settimana.
Quintetti.
Legnaia: Innocenti, Corzani, Mascagni, Rosi, Del Secco.
Abc: Daly, Belli, Scali, Pucci, Cantini.
E’ proprio uno dei più attesi, Scali, ad inauguare la gara degli ex con un recupero difensivo che lo porta a segnare il primo canestro del match. Abc spavalda nella prima frazione: un superbo Cantini nel pitturato infila il +8 che diventa +12 con capitan Delli Carri (3-15 dopo 4′). Mascagni rompe il digiuno dei locali a metà frazione, e Bandinelli ribadisce: 9-17. Doppia tripla a firma Daly-Verdiani: 9-23 al 9′. Si va al primo break sul 10-25. Quattro punti consecutivi di Conti valgono il nuovo -10 (16-26), ma ci pensa Cantini a ristabilire il +13 Abc (16-29). Bandinelli e Conti dall’arco rimettono definitivamente in carreggiata l’Olimpia al 15′ (26-31), e l’Abc si affida alla zona e al duo Pucci-Delli Carri: 27-35 al 18′, che diventa 29-38 con Verdiani all’intervallo lungo. La tripla dell’altro ex Zani apre la ripresa per il nuovo +13 (29-42), con i ragazzi di coach Betti bravi a rispedire ogni volta indietro i tentativi ospiti di rientrare. Cantini e Zani a metà frazione spingono l’allungo castellano (34-50 al 26′), Bandinelli dall’arco cerca di tenere in scia i suoi (40-50), ma l’Abc amministra e si va all’ultimo riposo sul +12 (42-54). L’Abc tenta la carta della zona ma Legnaia ci crede e, spinta dalla bolgia del PalaFilarete, sembra rimettere tutto in discussione. Quando Nardi infila il -9, però, capitan Delli Carri prende per mano i suoi: 2+1 e nuovo +12 (47-59). Il +15 è un’amen, partono gli ultimi 180 secondi e a quel punto serve soltanto mantenere la lucidità necessaria per gestire il vantaggio. 54-66, PalaFilarete espugnato. La corsa continua.
OLIMPIA LEGNAIA – ABC SOLETTIFICIO MANETTI 54-66
Parziali: 10-25, 29-38 (19-13), 42-54 (13-16), 54-66 (12-12)
Olimpia Legnaia: Bandinelli 16, Innocenti, Conti 7, Cambi Matteo 5, Nardi 2, Cambi Marco ne, Rosi 1, Andrei, Del Secco 6, Corzani 2, Ridolfi, Mascagni 15. All. Zanardo. Ass. Nudo, Frizzi.
Abc Solettificio Manetti: Lazzeri ne, Zani 5, Pucci 16, Iserani ne, Talluri ne, Scali 2, Daly 10, Tavarez ne, Cantini 10, Verdiani 5, Delli Carri 14, Belli 4. All. Betti. Ass. Manetti, Piccini.
Arbitri: Panelli di Montecatini Terme, Zanzarella di Siena

Camilla Trillò
Ufficio Comunicazione Abc Castelfiorentino
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento