Il Drago e La Fornace vuole tornare alla vittoria

Palla a due con l’Avvenire 2000, domenica alle ore 18 al PalaNannini
Una sola vittoria nelle ultime 4 gare, 3 delle quali disputate internamente: un bilancio che non farebbe sorridere nessuno, eppure in casa Costone, sponda Femminile, si guarda al futuro con la certezza che qualcosa di buono si stia costruendo. D’altronde lo si sapeva, inserire forze nuove nel gruppo, quasi tutte giovani leve provenienti dal proprio settore giovanile, avrebbe prestato il fianco a situazione legate all’inesperienza, componente questa basilare in ogni sport e categoria. E con la forza di questa ragione il Drago e la Fornace, sconfitta nello scorso turno sul campo della Florence per 53-49 in un finale da dimenticare, riparte domani da un altro confronto casalingo in programma alle ore 18 al PalaNannini, dove l’avversaria di turno, la Sestese Avvenire 2000, si presenterà con un bottino assai magro, fatto di sole 2 vittorie, contro le 4 finora conquistate dalle senesi. In Coppa Toscana le due squadre si sono già incontrate nella fase di pre-campionato, con le bianconere che si seppero imporre esternamente in maniera autoritaria (40-57), ma adesso è tutt’altra storia: quando si corre per i 2 punti in palio e anche per la classifica, le forze e le motivazioni superano abbondantemente ogni previsione teorica. Concentrazione dunque al massimo, è quello che chiede coach Fattorini alle sue ragazze, per riprendere la marcia verso la zona play-off. L’Avvenire 2000 è reduce da una sconfitta di misura maturata sul campo ligure di Lavagna (43-41), un punteggio che la dice lunga sulle capacità delle fiorentine che non verranno certamente a Siena per una gita di turismo. A dirigere l’incontro è stata chiamata una coppia formata da Mariotti e Marinaro della sezione di Pisa.

Costone Siena
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento