Piombino "senza difesa"

Indifendibile prestazione del Basket Golfo, Andreazza severo a fine gara 
Per valutare la prova dei gialloblu basta vedere un dato, 91 punti subiti da quella che finora era la miglior difesa del campionato, con 52 di media, quota raggiunta dall'attacco di Oleggio, già a metà gara, un attacco che viaggiava a soli 64 di media. Difficile però fare una precisa linea di demarcazione fra queĺli che possono essere i meriti di Oleggio e i demeriti del Golfo, perché coach Remonti è stato molto bravo a trasformare i suoi in qualcosa di simile a San Miniato, difesa molto aggressiva, vedi i 30 falli commessi, aggressività che ha innervosito i giocatori piombinesi, nel momento in cui hanno avuto l'occasione di ribaltare a proprio favore il match. Bravo anche a centellinare le forze dei suoi, dando spazio ai giovani, addirittura inserendone uno, Pellicciari in starting five, ribaltando così quello che doveva essere un vantaggio dei piombinesi, che invece utilizzeranno solo sette giocatori, che diventano sei, quando, a metà terzo quarto, Mazzantini, dopo aver rilanciato la rimonta di Piombino e firmato il sorpasso con due bombe, deve uscire per un problema fisico. In una serata nera per il Golfo, si aggiunge anche l'assenza del giocatore che fino ad allora aveva messo a segno un 4 su 6 da tre, con 4 rimbalzi. Se poi oltre tutto ciò, succede anche che una squadra che aveva tirato fino ad adesso col 23% da tre, trova la serata magica e viaggia a lungo abbondantemente sopra il 50%, chiudendo col 43%, diventa tutto più difficile. Si parte e sembra di proseguire la partita di un anno fa, Pilotti è decisamente indigesto per la difesa piombinese, non sbaglia praticamente nulla, a metà gara è già a 15 punti, con 6 su 7 dal campo, non riescono a tenerlo nessuno, Persico, in serata no, viene portato lontano dal canestro e battuto, non avendo il suo passo, Eliantonio non riesce a frenarlo quando si muove spalle a canestro e Bianchi non regge alla maggiore fisicità. Oleggio trova il canestro con troppa facilità, Piombino si perde gli avversari sui cambi, ritrovandoseli da soli sotto il canestro e viene poi punito, con minori responsabilità, anche dall'incredibile serata al tiro da fuori, di Testa in primis, ma di tutti i tiratori di Oleggio. Così dopo la metà del primo quarto i locali prendono in mano la gara e chiudono il primo quarto su un più 5, che in avvio di secondo diventa anche più 12. Una bomba di Bianchi e i centri di Procacci e Iardella, fermano la prima fuga dei locali, ma a metà secondo, due missili consecutivi di Testa, danno a loro il più 13. Nel finale di quarto le bombe di Mazzantini e Sodero, rispondono al duo Pilotti e Benzoni e fermano il divario a meno 9, 52 a 43. La facilmente ipotizzabile sfuriata del coach negli spogliatoi, porta ad una reazione della squadra, che torna a difendere come sa, Pilotti e Testa, a lungo non segnano più e il bottino di Oleggio nel quarto sarà solo di 13 punti, Piombino trascinata da Mazzantini e Sodero piazza un 12 a 2 e sorpassa. Ma, nel momento favorevole, i gialloblu si fanno prendere dal nervosismo, prendendo un paio di tecnici e costringendo così Andreazza a togliere dal campo i più nervosi. Piombino perde l'inerzia favorevole e Oleggio ritrova fiducia, risalendo fino a più 6 nel quarto finale. L'ultimo sussulto del Golfo è con Eliantonio, che riporta i suoi a meno 2 a 1'47'' dal termine, ma l'ennesima bomba di Testa, 4 su 8 per lui, toglie ogni speranza ai piombinesi, finisce con Oleggio in festa, con un pesantissimo 91 a 83.
Il coach intervistato a fine partita, alla domanda se questo esame trasferta è da bocciatura, risponde così:
"Penso che questa squadra di esami non debba superarne più, perchè nella mia gestione, abbiamo sempre dimostrato di saper crescere nell'arco di una stagione. Detto questo prestazione mediocre, di cui mi assumo la responsabilità, perchè se siamo scesi in campo in queste condizioni, la colpa è del coach. Dobbiamo lavorare meglio e con più durezza, senza guardare classifcihe, o obiettivi aleatori e son sicuro che lo faremo. Credo che ci siano partite nate male e questa lo è stata, per come l'abbiamo approcciata e per come è proseguita, con l'infortunio di Mazzantini, nel momento in cui avevamo messo la testa avanti. Sicuramente dobbiamo migliorare in tante cose, ma anche lo scorso anno non eravamo meglio di tante squadre che ci sono arrivate dietro, ma poi lo siamo diventati. Stasera abbiamo fatto fare a loro ciò che volevano e nessuno di noi è contento. Ci servirà da lezione."
Mamy Oleggio - Solbat Basket Golfo Piombino 91-83 (27-22, 25-21, 13-23, 26-17)
Mamy Oleggio: Filippo Testa 23 (3/7, 4/8), Andrea Pilotti 19 (6/8, 2/4), Daniele Benzoni 16 (4/7, 1/3), Olivier Giacomelli 10 (1/2, 1/1), Fabio Grugnetti 8 (1/3, 2/7), Leonardo Pelliciari 5 (2/4, 0/1), Edoardo Bertocchi 4 (2/5, 0/0), Giovanni Garbarini 3 (0/0, 1/3), Tommaso Somaschini 3 (0/1, 1/1), Giulio Masella 0 (0/0, 0/0), Nicolò Mosele 0 (0/0, 0/0), Edoardo Angelino 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 24 - Rimbalzi: 30 6 + 24 (Andrea Pilotti 7) - Assist: 18 (Fabio Grugnetti 9)
Solbat Basket Golfo Piombino: Guglielmo Sodero 21 (5/5, 2/4), Giacomo Eliantonio 12 (4/6, 1/5), Alessandro Procacci 12 (2/4, 0/0), Saverio Mazzantini 12 (0/0, 4/6), Camillo Bianchi 10 (2/3, 2/5), Alessio Iardella 10 (2/4, 0/3), Edoardo Persico 6 (2/6, 0/0), Tommaso Molteni 0 (0/0, 0/0), Alessandro Riva 0 (0/0, 0/0), Niccolò Pistolesi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 22 / 30 - Rimbalzi: 27 2 + 25 (Giacomo Eliantonio 8) - Assist: 8 (Edoardo Persico 3)

Stefanini Stefano
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento