Header Ads

La Sibe lotta ma alla fine Chiusi fa valere la legge del primo della classe (86 a 77)

I Dragons all’ennesima partenza soft, tornano in partita, ma alla fine pagano lo sforzo per il recupero. In fase di presentazione avevamo detto che per la SIBE, solo una partenza attenta poteva essere la chiave per impensierire lo squadrone chiusino, autentica macchina da guerra, soprattutto fra le mura amiche, dove nelle precedenti gare aveva inflitto pesantissimi divari agli avversari (oltre 30 di media il gap nelle 5 gare finora disputate al PalaTalamone). Purtroppo ancora una volta così non è stato. Già a 3’ dalla palla a due, coach Pinelli era costretto a chiamare sospensione per rincuorare la squadra che si faceva battere troppo facilmente in difesa, e metteva fuori anche tiri aperti sull’altro lato del campo. Capitan Staino dal meno 12 guidava una mini rimonta, ma alla fine spinti da un Lombardo, già in doppia cifra al primo intervallo, l’Umana chiudeva il quarto 22 a 11, con lo scout dei Dragons che scrivevano 3 su 17 al tiro dal campo. Le triple di Infanti, di Kuvekalovic e Infanti allargavano ulteriormente il gap fino al più 18. La reazione ospite arrivava finalmente dai liberi di Taiti, 9 falli subiti nella gara, e dai tiri dall’arco, da dove Danesi, Pinna e Staino iniziavano a martellare il canestro avversario; 41 a 31 all’intervallo. Prato rientrava dagli spogliatoi più pimpante. Iniziava Smecca in entrata, poi capitan Staino immarcabile metteva in rapida successione 14 dei suoi 28 punti finali (top scorer di serata). Lombardo Kuvekalovic e Criconia trovavano le triple per tenere comunque a distanza la SIBE che trovava due triple con Danesi per andare perfettamente in partita. L’ultimo quarto iniziava sul 60 a 55. Per i biancorossi si accendeva il serbo, 13 punti nel quarto, che con i jump e le penetrazioni rimetteva un buon cuscinetto per i suoi. I moschettieri pratesi, Taiti, Danesi, Staino e Pinna, ennesima doppia doppia per quest’ultimo, ci provavano tornando più volte sotto la doppia cifra, ma alla fine Chiusi faceva valere la legge del più forte e chiudeva sull’86 a 77, mentre i Dragons si devono accontentare dei complimenti degli avversari, mai così impegnati in casa propria. Domenica prossima, 15 dicembre, sarà derby alle Toscanini; infatti al canonico orario delle 18 arriva Agliana che con il 4° successi consecutivo, si è portata al 3° posto agguantando Castelfiorentino, sconfitto dai pistoiesi proprio all’ultimo turno. Save the date, perché i Dragons, pur partendo da sfavoriti, ce la metteranno tutta e promettono spettacolo per quella che sarà l’ultima gara casalinga di un anno entusiasmante come è stato per la SIBE questo 2019!
SAN GIOBBE CHIUSI vs SIBE PRATO 86 a 77 (22 a 11 / 41 a 31/ 60 a 55)
Umana: Ceccarelli 5, Criconi 3, Mihaies, Groppi 4, Kuvekalovic 25, Infanti 12, Radunic NE, Zambonin 13, Sabbatino NE, Cresti, Rettori, Lombardo 24; Allenatore Monciatti
Dragons Prato: Danesi 19, Saccenti NE, Staino 28, Navicelli 1, Fontani NE, Zardo NE, Pacini NE, Smecca 2, Goretti, Pinna 13, Manfredini NE, Taiti 14; Allenatore Pinelli, assistenti Fusi e Parretti
Arbitri: Landi di Pontedera e Panicucci di Ponsacco

Comunicato Stampa Sibe Prato

Nessun commento

Powered by Blogger.