Per Piombino sfida di altri tempi contro Lucca

Piombino prova a dare il via alla rimonta; Procacci :"per noi, per i tifosi, per la città !!!"
Sfida molto sentita alla fine negli anni 90, con l'ultimo incrocio fra le due compagini in B nel 2011. Nell’allora "Pallacanestro Lucca" giocavano fra gli altri, Davide Visigalli, Luca Passaglia e due futuri gialloblu, Biancani e Vergara. Destini allora opposti quelli dei piombinesi e dei lucchesi, Piombino che retrocede in C e Lucca che, l’anno successivo, ottenne la promozione in A2, ma le strade si rincrociano in senso inverso negli anni successivi, Piombino torna in B nel 2013/14 e a metà della stessa stagione Lucca scompare dal panorama cestistico, ritirandosi dalla DNA silver, per problemi economici. Tornata in serie B in estate, acquistando il titolo sportivo della Tiber Roma, dopo il quinto posto in C gold e l’eliminazione in semifinale playoff contro il Pino Dragons, nella stagione passata. Gli acquisti estivi, di Vico, Genovese, Petrucci e di giovani molto interessanti e già scafati, come Banchi, Drocker e Del Debbio, avevano fatto salire le sue quotazioni, tanto da essere inserita fra le pretendenti ad uno dei primi quattro posti. Non è andata così il team di coach Catalani, sta facendo un campionato fra alti e bassi. Proprio per questo il match di Piombino può esser definito uno scontro fra grandi deluse, anche i gialloblu, rispetto alle valutazioni della vigilia, stanno marciando ad una velocità inferiore alle aspettative. Dalla sua però Piombino ha un fattore campo che è da anni rilevante, mentre sull’altro piatto della bilancia Lucca mette la sua idiosincrasia per le trasferte, 5 sconfitte su 6, alcune delle quali molto pesanti. Un dato che assegna evidentemente i favori del pronostico al Basket Golfo. Ma quando dall’atra parte del campo ci sono giocatori dal notevole potenziale, bisogna stare molto attenti, Vico e Genovese, son giocatori che possono indirizzare l’esito delle partite, nel bene, ma anche nel male. Piombino ha assolutamente bisogno di continuità e punti in questo finale di girone d’andata, se vuol tornare a recitare un ruolo da protagonista. Bella ed entusiasmante la vittoria con Empoli, ma una rondine non fa primavera, un altro passo falso potrebbe complicare di molto il cammino dei gialloblu. Coach Andreazza ha avuto due settimane piene per preparare al meglio questa partita e per recuperare da acciacchi vari i suoi ragazzi, avrà sicuramente visto le partite di Lucca e studiatone a fondo pregi e difetti. I piombinesi l’hanno anche già incrociata e battuta in precampionato e non destò una grande impressione, inoltre molti dei gialloblu, conoscono benissimo i loro avversari più forti, per averli incrociati sul campo più volte. Obiettivo principale è ovviamente la vittoria, ma per ottenerla occorrerà anche ritrovare solidità difensiva, perché i gialloblu, nelle ultime quattro gare, hanno incassato ben 80.5 punti di media e vincere subendo così tanto è un’impresa non facile, attenzione anche ai rimbalzi, anche qui il calo è stato molto accentuato (dal 56% di catturati al 48%), quindi molto probabilmente una consistente parte del lavoro di preparazione fatto in queste settimane, sarà stato incentrato sulla difesa e anche sui tagliafuori, come sottolineato anche da Persico. Per ovviare a questi problemi, occorrerà tanto lavoro in allenamento, ma anche il Piombino tutta garra che siamo abituati a vedere davanti ai propri tifosi. La voglia di vincere, contro Empoli, ha fatto la differenza, più di ogni altro fattore tecnico, ce ne vuole ancora tanta per riemergere, allora forza ragazzi, occhi della tigre e non mollate mai!!!
Il play Procacci, determinante nel finale di partita contro Empoli, dice di questa partita: "Lucca è una società nuova, con diversi veterani di questo campionato e con diversi giovani a fare da contorno. È una squadra con un allenatore giovane, ma con diverse esperienze in realta molto importanti, come quella della Mens Sana e preparerà sicuramente la sua squadra nel migliore dei modi. Un team con un grande potenziale, finora non espresso a pieno e non bisognerà assolutamente sottovalutarla. Per quanto riguarda noi, questa partita rappresenterà un altro mattoncino che dobbiamo mettere sul nostro cammino da fare. Detto questo, dobbiamo presentarci in campo con tanta fame, per riuscire a portare a casa la vittoria. Il morale è alto e abbiamo voglia e bisogno di vincere, per ripagarci del gran lavoro settimanale che svolgiamo in palestra e per dare una gioia ai nostri tifosi e alla nostra città."

Stefanini Stefano
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento