Header Ads

La capolista cade al Palaterme: una grande Montecatini supera San Miniato (73-71)

Una grande impresa, di quelle che resteranno nella memoria e che possono cambiare il volto di una stagione. La squadra rossoblù batte la capolista San Miniato (73-71) regalandosi una serata di gala, dopo un finale al cardiopalmo che finalmente ci ha sorriso dopo tanta sfortuna. Vittoria meritata per i ragazzi di coach Giacomo Cardelli, che nel momento più difficile della gara costruiscono una prestazione di grande lucidità ed energia, le stesse armi con cui i pisani hanno costruito finora il proprio primato. Una vittoria che rilancia le chances di salvezza dei rossoblù, a patto di continuare su questa strada. La partita assume subito un ritmo infernale, grazie soprattutto a Montecatini che entra in campo con grande energia soprattutto nella sua metà campo, cercando di chiudere le linee di passaggio e contenere gli uno contro uno avversari. In attacco, i rossoblù appoggiano il gioco su Iannilli, che nessun avversario riesce a marcare. Il risultato è un break iniziale (15-5) che dimostra l’ottimo avvio rossoblù. L’Etrusca è però la capolista non per caso, lentamente inizia a macinare il suo gioco, il suo ritmo e la partita ben presto cambia padrone. La pressione a tutto campo ordinata da Barsotti mette in difficoltà gli avversari, soprattutto quando Meini e Iannilli vanno in panchina per il giusto riposo. Enihe e Benites mettono in fiducia i compagni, Carpanzano e Caversazio segnano canestri molto difficili e altrettanto importanti. Dopo il +6 interno al 10’, gli ospiti piazzano un 12-2 che riporta la capolista in vantaggio, mentre l’attacco della squadra di Cardelli fa sempre più fatica, nonostante Iannilli vada al riposo con 14 punti, 6 rimbalzi e 5/7 al tiro. Sono le palle perse di Montecatini (11) la linfa dell’Etrusca per mettere la gara sui propri binari, e all’intervallo il vantaggio esterno è sostanzialmente meritato (30-38). La ripresa inizia con un’altra spallata degli ospiti, che recuperano tre palloni di fila e salgono a +14 (33-47 liberi di Caversazio). Quando tutti immaginano l’ennesima Caporetto di Montecatini, arriva invece la reazione veemente dei termali, che cambiano marcia in difesa costringendo gli avversari a forzare e a uscire dai giochi. Tommei e Tiberti segnano due triple che accendono il Palaterme e danno fiducia a tutta la squadra, Sadi Vita gioca minuti preziosi al posto di Iannilli e Mercante acciuffa definitivamente San Miniato con una tripla di tabella allo scadere dei 24 secondi. Dopo il 54-53 al 30’ nasce una gara punto a punto, con Montecatini brava a non mollare e a costringere San Miniato a forzare. Ma la firma sulla vittoria la mette capitan Meini, con un paio di canestri nei momenti topici e segnando i liberi, pur con percentuali non altissime, che consentono alla squadra di festeggiare una vittoria importantissima.
MONTECATINI – Meini 9, Nicoli, Mercante 17, Zanini, Lepori ne, Sadi Vita 4, Tiberti 7, Tommei 16, Iannilli 20, Ghiarè ne, Cipriani ne. All.: Cardelli.
SAN MINIATO – Carpanzano 14, Regoli F., Enihe 16, Neri 7, Ciano ne, Benites 9, Moretti 2, Regoli Fed. ne, Morciano 6, Caversazio 15, Quartuccio, Tozzi 2. All.: Barsotti.
ARBITRI: Sordi e Spinello.
PARZIALI: 23-17, 30-38, 54-53.

Nessun commento

Powered by Blogger.