La Sibe a Fucecchio contro una squadra con l'acqua alla gola per difendere il 4° posto

I Dragons che stanno stentando in trasferta cercheranno l'impresa sabato al PalaFucecchiello. La scorsa stagione erano entrambe in Gold, ed anche se le mire delle due squadre appaiono oggi differenti, la SIBE sabato alle 18,30 va al PalaFucecchiello per provare a ritagliarsi una buona chance per arrivare alla finale per la promozione. Ma la Folgore che i Dragons si troveranno di fronte è formazione in salute che dopo aver perso a Quarrata con non poche recriminazioni sull'operato arbitrale, ha infilato 3 vittorie mietendo vittime illustri quali US Livorno (+34) e la capolista CMC Carrara, e nell'ultima trasferta di Livorno con Meloria, avversaria certa di Prato nella semifinale playoff, ha perso di uno vanificando con l'ultimo possesso una incredibile rimonta. Il roster a disposizione di coach Aprea è di prima fascia con un bel mix di elementi esperti e di giovani di talento. Rispetto all'andata, quando la SIBE ebbe ragione dei fiorentini per 82 a 71, soffrendo per i primi due quarti, ma poi, pur lamentando le assenze di Biscardi e Fontani, trascinata da uno splendido Staino e da un chirurgico Smecca, riuscì a operare il gap decisivo e rimandare battuti gli avversari. Rispetto a quelli di allora come dicevamo, i biancoverdi hanno fatto passi da giganti, inserendo fra l'altro nel roster l'atletico Bosniaco Dzigal, un ala ventunenne di 205 cm che dà man forte al già temibile pivot pisano, Tessitori, 207 cm e miglior rimbalzista del campionato che viaggia ad oltre 15 di media punti e che all'andata fu la spina nel fianco dei Dragons. Gli ex Pinzani e Strozzalupi, che ha lasciato un buonissimo ricordo delle sue stagioni a Prato ed il giovane scuola USE Empoli, contribuiscono non poco a fare di quello fucecchiese, il 4° attacco del torneo. L'esplosione poi del play Berni, ex USE Empoli in B, quasi 14 punti ad allacciata di scarpe, rende ancora più difficile l'impresa dei Dragons che tuttavia sono fiduciosi potendo contare su tutti gli effettivi, compreso “Doc” Vannoni, i cui 14 punti con quasi il 60% dal campo furono basilari per la vittoria all'andata. I biancoverdi avranno anche le motivazioni per mettercela tutta perché una eventuale sconfitta li condannerebbe a disputare la lotteria dei playout; a dire il vero anche con la vittoria non avranno la certezza della salvezza, ma dovranno attendere i risultati di Montevarchi e Costone Siena che li precedono di due punti in classifica. Coach Pinelli, che con il suo collaboratore Massimo Fusi e con i preparatori atletici Ciofi e Parretti, non ha stravolto il metodo di allenamento, continuando a “pigiare” tanto sulla parte atletica con lo scopo di arrivare al top dal 29 aprile quando inizierà la post season, vuole invertire il trend in trasferta che nell'anno solare 2018 ha visto i suoi Dragons prevalere solo a Montevarchi, e per questo accoglie con soddisfazione la notizia che finalmente potrà avere tutti gli effettivi a disposizione. Certo ci sarà pressione sugli esterni, ma il peso maggiore, soprattutto in difesa sarà per gli interni Corsi e Pinna che dovranno provare ad arginare il totem Tessitori ed il neoacquisto Dizgal. La palla a due, fissata alle 18,30 in contemporanea per l'ultimo turno, sarà alzata da Bellucci di Livorno e Dori di Pergine Valdarno. Con la vittoria la SIBE confermerà il 4° posto e l'eventuale bella in casa contro Meloria, differentemente dovrà affidarsi al risultato dei livornesi impegnati in trasferta con Montevarchi.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento