Una partita da vivere ed un finale da scrivere

C'E' GRANDE attesa per la sfida di domenica al Palaterme contro Piombino. Una partita che per entrambe le società vuol dire "fare la storia", dato che nessuna delle due ha toccato vertici così alti nella loro partecipazione ai campionati di serie B. In palio c'è il quarto posto in classifica, appena dietro le corazzate Omegna, Firenze e Milano, l'ultimo posto disponibile per avere il vantaggio del fattore campo nel primo turno dei playoff. Sull'avversaria che incontreremo nei quarti ci sarà modo e tempo per parlarne, anche perchè nel girone B la situazione di classifica e gli incroci e soluzioni generati dagli scontri diretti sono degni di un rompicapo da Settimana Enigmistica. I ragazzi di coach Campanella stanno lavorando duramente e soprattutto con grande concentrazione e serenità per preparare una partita difficile, contro una squadra completa, che nel match di andata ci ha messo parecchio in difficoltà. "La partita di andata a Piombino è stata forse una delle nostre peggiori prestazioni - sottolinea coach Campanella - dalla quale abbiamo imparato molto. Piombino ha molti punti nelle mani, ha nove giocatori da ruotare e la capacità di giocare ad alto ritmo trovando buoni tiri. Noi dovremo essere bravi a non cadere negli errori dell'andata, seguire il piano partita e giocare con l'entusiasmo necessario per affrontare gare come queste". L'asse Procacci-Persico è senza dubbio la chiave di volta del quintetto di Andreazza, e di conseguenza il duello pariruolo con Meini e Galmarini metterà l'impronta sull'andamento della gara. I rossoblù dovranno lavorare bene sul tiro da fuori di Bianchi, sull'estro offensivo di Iardella e sulla crescita impetuosa di Fontana, sicuramente il miglior giovane Under 21 del girone, miglior realizzatore della squadra e atleta di grande fisicità, capace di spremere tanti punti in pochi minuti. Ma l'essenziale per i rossoblù sarà imporre la propria pallacanestro, il proprio entusiasmo, il proprio talento individuale, il collettivo che quest'anno ci ha portato a vincere 19 partite su 29, record assoluto societario. Il Palaterme dovrà essere più che mai il sesto uomo e trascinare i ragazzi a quella che sarebbe una straordinaria impresa, un quarto posto che sarebbe il degno coronamento di una stagione da circoletto rosso in tutti i suoi aspetti. E se poi dovesse arrivare una sconfitta, ci prenderemo un sempre valido quinto posto e inizieremmo a preparare la trasferta di domenica 29. Ma non sarebbe la stessa cosa...

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento