La Gea Grosseto soffre ma vince a Poggibonsi e consolida il primato

NESI POGGIBONSI-GEA BASKETBALL GROSSETO 71-77
NESI POGGIBONSI: Bellachioma 15, Mostacci, Palmieri 9, Gallerani 3, Bini 13, Lotti 10, Falossi 8, Moroni 2, Golini 2, Maestrini, Rumachella 12, Meucci 2. All. Meoni.
GEA GROSSETO: Canuzzi 6, Scarpino n.e. Zambianchi 8, Perin 20, Romboli 4, Morgia 6, Furi 6, Ricciarelli 3, Santolamazza 12, Gruevski n.e., Roberti 12, Tattarini. All. Crudeli
ARBITRI: Pieraccini e Barone.
PARZIALI: 9-19, 38-39; 53-59.
NOTE: prima convocazione in serie D per Nikola Gruevski, centro macedone di 16 anni.
La Gea Basketball Grosseto consolida il primato nel girone A di serie D, grazie alla terza vittoria di fila, la seconda in trasferta, sull’infuocato parquet di Poggibonsi (77-71). Santolamazza e compagni hanno dovuto far ricorso a tutto il loro carattere per avere ragione di un avversario che, sospinto dal pubblico, cercava la prima vittoria stagionale e che alla fine è riuscito a rimanere in partita per 40 minuti con un gioco duro, che sotto i tabelloni ha messo in difficoltà il quintetto maremmano. Il match sembrava aver preso la giusta piega per i ragazzi di Crudeli fin dalla prima frazione, chiusa sopra di dieci punti. Nel secondo quarto, invece, il quintetto senese (grazie anche alle bombe di Rumachella e Palmieri) si è rifatto sotto, con i grossetani, meno precisi del solito, però che sono sempre stati avanti fino ad andare all’intervallo lungo sopra di una lunghezza. Equilibrio sul campo anche alla ripresa del gioco, con il Poggibonsi che per la prima volta è riuscito a portarsi avanti, anche se di un solo punto. La Gea ha ritrovato però la giusta concentrazione per tornare in vantaggio e rimanervi fino alla fine per portare a casa un successo importantissimo. Vincere dopo una gara sotto agli standard A livello individuale il migliore, nonostante una giornata storta, è stato Matteo Perin con 20 punti, ma anche Roberti e Santolamazza (con quattro bombe) hanno chiuso in doppia cifra. La gara tiratissima ha costretto Crudeli ad affidarsi a quintetti con giocatori esperti, più adatti alla battaglia. Non sono quindi scesi in campo gli under 18 Marco Scarpino e Nikola Guesvski. Per quest’ultimo è stata la prima convocazione ufficiale in Italia.
IL COMMENTO DI CRUDELI. «Sono contento per la vittoria – è il commento del coach Pablo Crudeli – ma abbiamo giocato male, o almeno non bene come in altre occasioni. C’è stata troppa imprecisione al tiro ma anche palle perse in attacco e di conseguenza abbiamo concesso troppi canestri facili al Poggibonsi». «Si poteva insomma fare meglio – prosegue il tecnico argentino – Sul nostro rendimento non ha assolutamente influito l’ambiente caldo. Loro sono stati molto aggressivi e noi ci siamo purtroppo adeguati. E questo fatto ha condizionato la nostra partita».

Ufficio stampa Gea Basketball
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento