Bama di scena al PalaTagliate di Lucca

Tu chiamalo se vuoi derby. In casa altopascese non si ritene tale, lo é solo per appartenenza alla stessa Provincia. In via Marconi si ritiene un derby la gara, ad esempio, con Agliana o Montale , due paesi similari a quello del Tau. Franchigie che si sono "imbucate" al ballo di gala e tentano di restarci da anni in mezzo a mille difficoltà. Il match con Lucca é uno scontro, sportivo naturalmente, tra una città ed un paese. Tra una realtà con un budget elevatissimo ed una che in estate ha valutato l'eventualità di chiudere i battenti. Tra una piazza con grandi ambizioni, dichiarate pubblicamente, nel breve e medio periodo ed una che cerca di rimanere attaccata alla sua poltrona nella sala da ballo, provando ogni tanto ad entrare in pista. Domani sera, sabato 1/12, sarà comunque un bell'appuntamento per il basket della lucchesia. Appuntamento che, come da nefasta tradizione, il Bama affronterà con problemi di roster. Le speranze di vedere in campo De Falco sono infatti ridotte al lumicino, l'infiammazione muscolo-scheletrica alla schiena dell'ex Lucca sembrava superata, ma nel pre-partita con San Vincenzo c'é stata una ricaduta. Settimana esclusivamente a base di cure fisioterapiche per l'ala rosablu, sarà ovviamente del roster anche se, per evitare una nuova ricaduta, siederà quasi sicuramente solo in panchina ad incitare i compagni. Oltre a lui problemi anche per Riccio che si é dovuto recare tutta la settimana in Campania per problemi familiari, rientrerà solo 2 ore prima della gara, salvo intoppi nel viaggio, senza nemmeno un minuto di allenamento nelle gambe. A fare da contraltare a questa situazione c'é stato l'ingaggio da parte di Lucca di un atleta illegale per la categoria: Tommaso Tempestini, in uscita da dalla B di Domodossola e con un pedigree di assoluto valore (Piacenza, Cecina, Monsummano, Livorno, San Miniato ecc). Questo ingaggio, con l'aggiunta del quasi rientrante Barsanti, pone il team di coach Piazza nettamente al di sopra di tutte le altre contendenti per il salto di categoria. Come in definitiva é giusto che sia. "Siamo ben coscienti - dichiara il presidente altopascese Guidi - che al momento siamo solo degli intrusi nei quartieri alti della classifica. Sappiamo che verrà il tempo delle vacche magre, anzi anoressiche. Sono però altrettanto perfettamente cosciente di avere una Squadra con la "esse" maiuscola. Visti i diversi valori in campo sicuramente non si aprirà, ma se si aprisse uno spiraglio per poter compiere il miracolo - conclude Guidi- abbiamo giocatori che non si lasceranno sfuggire l'occasione". Palla a due alle ore 21,00. Arbitreranno Orlandini di Livorno e Panicucci di Ponsacco.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento