Bellaria Pontedera – CUS Pisa 75-74 (dts)

Arriva finalmente la prima soddisfazione per la serie D Bellaria, ma ci sono voluti 45 minuti di rara tensione per portare a casa una gara che sembrava vinta, poi persa e dove si è finalmente apprezzato una grande volontà di riscatto in tutti i ragazzi scesi in campo. Alla palla a due Pisa è più pronta ma Romiti e c. si fanno subito sotto e solo nel finale di periodo i pisani si prendono 5 punti di vantaggio. Il secondo quarto inizia male, gli avversari sfruttano in continuazione i blocchi ciechi in lunetta andando a canestro troppo facilmente e non siamo in grado di replicare in attacco, al 15’ il massimo svantaggio 17-32. Da questo momento la partita cambia volto, capitan Cammilli scuote i compagni, mostrando con i fatti cosa significa lavorare per la squadra ed inizia la rimonta, fatta di grande attenzione difensiva e buone scelte in attacco, si va al riposo sul 32-37, ma nel terzo periodo la musica non cambia e dopo aver raggiunto i pisani sul 46-46 riusciamo a mettere la testa avanti raggiungendo il +10 a poco più di tre minuti dalla fine. Pisa trova un mini breack e si porta a -4, Vannini, autore di una buona prestazione, si infortuna e nella squadra sembra apparire la “paura di vincere”, commettiamo qualche ingenuità di troppo ed improvvisamente ci troviamo sotto 2 a pochi secondi dalla sirena. Sul nostro ultimo possesso Romiti trova il fallo e, glaciale, segna entrambi i tiri liberi, Pisa non riesce a segnare e si va ai supplementari. Subito a segno Pisa, pareggia ancora Romiti dalla lunetta, ma nelle azioni successive gli avversari si portano sul +5. La partita sembra ormai aver preso una brutta piega ma prima una bomba di Landi riaccende le speranze (71-74), poi un canestro “di voglia” di Cammilli (73-74) ed infine la ciliegina sulla torta di Ruberti che ci riporta sul +1. Mancano però ancora 15 secondi con palla ai pisani che, dopo aver rimesso in zona di attacco, riescono a trovare una conclusione che non entra, rimbalzo pisano e c’è tempo per l’ultimo tiro che fortunatamente viene fermato dal ferro sul suono della sirena. Doppia cifra per Landi, Vannini, Ruberti e Romiti, ma soprattutto grande prova di squadra che non ha mai mollato neanche quando tutto lasciava presagire l’ennesima beffa. Ora subito al lavoro con la testa al prossimo impegno, a Lucca sabato 24 novembre.
Bellaria Pontedera: Landi 10, Romiti 12, Gentili, Mateo, Cedolini, Barghini 4, Gazzarri 3, Bufalini, Cammilli 8, Foschi 4, Ruberti 21, Vannini 13. All Monaco, Ass Ben Salem

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento