Un Bama "balls & heart" batte San Vincenzo (77-72)

BAMA ALTOPASCIO 77
BASKET SAN VINCENZO 72
(20-19; 38-40; 54-52; 77-72)
Arbitri: Luchi e Luppichini
BAMA: Poggetti, Lombardi 5, Pantosti 4, Canciello, Orsini 12, Riccio 7, Baroncelli 22, Cappa 13, Bini Enabulele 4, Meucci 10, Bonari, De Falco. All. Novelli
SAN VINCENZO: Gabellieri 2, Innocenti 15, Macchia 3, Giovani 14, Quagli 3, Giannini, Bini 14, Franceschini 8, Marmugi 13, Agostini. All. Mori
Quando si vince una gara spadellando tiri aperti in serie (21% da tre punti) contro una squadra che tira col 46% dall'arco e che fino a 5' dalla fine veleggia sul 53%, perdendo inoltre la lotta a rimbalzo, vuol dire che una squadra ha qualcosa dentro difficile da spegnere. L'esegesi di quel qualcosa avviene a 1'10" dalla fine. Nell'azione precedente il Bama, concede tre rimbalzi a fila agli avversari e Giovani la punisce dall'arco per il 68-69. Rosablu in debito d'ossigeno evidente. Errore in attacco altopascese ma un'immediata palla recuperata consente ad Orsini di appoggiare per il sorpasso sorpasso (70-69). Attacca San Vincenzo con Bini che tenta di far male in percussione. Cappa lo insegue e si tuffa da dietro modello Bob Mc Adoo nella famosa finale del 1989 contro Livorno. Scippa la palla che carambola, torna in possesso dell'ala altopascese che innesca Baroncelli in contropiede: canestro e fallo (73-69). Due possessi di vantaggio. Il Bama difende duro, prima Orsini stoppa Giovani poi Baroncelli fa lo stesso su Gabellieri. Nei restanti secondi Innocenti (ottimo) sbaglia dall'arco. Fallo su Orsini a -39'' e 2 si 2 ai liberi (75-69). Un tripla incredibile dall'angolo di Giovani, che trova lo spigolo del tabellone e va dentro, mette un pò di apprensione ma Orsini imbecca Baroncelli per un comodo appoggio e per la vittoria finale. Due punti importanti giunti al termine di un match dove Cappa e compagni hanno giocato maluccio, difendendo in modo "allegro" per due quarti e stringendo un pò le maglie in difesa nel terzo. Spesso puniti da triple dovute alla bravura avversaria. Importante, anzi importantissimo, é stato l'apporto dei giovani con Bini Enabulele autore di 4 punti di forza nei primi due quarti, Pantosti anch'egli con due canestri di pura energia, Canciello con minuti preziosi e Lombardi. Quest'ultimo autore di una prova da incorniciare con una tripla quando i buoi stavano per scappare, tre assist preziosi, regia lucida e difesa tosta. Per il resto, come detto, prova non esaltante dei senior. Molte triple non sono entrate in situazioni in cui i vari Meucci e Baroncelli le metterebbero bendati; Riccio é stato come al solito una dinamo per le ambizioni dei compagni nei momenti bui. Per gli avversari buonissimo Innocenti, lo stesso Giovani e nel finale Marmugi tutto "pane ed esperienza". Ma, come detto, ciò che ha marchiato il match é stato quando un Bama alle corde, che sbuffava dalla fatica, ha mostrato quel qualcosa che toglie la lettera minuscola e aggiunge la maiuscola alla parola Squadra. Sesta vittoria consecutiva. Chi l'avrebbe mai detto.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento