Scotti, serata no

Pesante sconfitta interna nello scontro diretto con la Iren Fixi. Un approccio sbagliato ed una gara tutta in salita per le biancorosse che non danno mai la sensazione di poter rimontare. E domenica trasferta proibitiva a Schio
USE SCOTTI ROSA Madonna 6, Pochobradska 13, Brunelli 9, Huland 1, Mathias 8, Rosellini, Calamai 11, Ruffini ne, Chiabotto, Manetti ne, Narviciute 12, Lucchesini ne. All. Cioni (ass. Ferradini/Giusti)
IREN FIXI TORINO Jasnowska 23, Trucco 11, Lawrence 11, Davis Reimer 8, Milazzo 15, Zecchina, Togliani, Cabrini 7, Petrova, Bosio. All. Riga (ass. Viberti/Comba)
Arbitri: Catani di Pescara, Lanciotti di Porto San Giorgio e Servillo di Perugia
Parziali: 12-22, 27-38, 42-59, 60-75
In una delle partite più importanti del campionato la Scotti stecca. La squadra di Alessio Cioni perde infatti in modo netto il match interno contro la Iren Fixi Torino per 60-75 e lascia così due punti (con un netto parziale) che rischiano di essere pesantissimi. Al di là degli aspetti tecnici della gara, colpisce soprattutto il fatto che le biancorosse sbaglino l'approccio al match nel quale sono sempre dietro senza riuscire mai, se non in un paio di occasioni, a ridurre sotto dei dieci punti il divario. Anche se l'avversario era sulla carta alla portata, è fin troppo evidente che la A1 è questa e anche una squadra che pare battibile è anni luce diversa da quelle che venivano affrontate nei passati campionati. Per questo inutile far drammi, ora serve solo fare quadrato e lavorare sotto tutti i punti di vista per rimettersi in carreggiata. Che non sia serata si capisce subito visto che la Iren Fixi (che chiuderà con il 35% dalla lunga ed il 48 dal campo) parte subito forte e vola sul 2-14 trascinata da una Jasnowska in serata di grazia (23 punti con 55% da tre e 57 da due). Pochobradska lotta come un leone sotto le plance e, oltre a segnare il 4-14, prova a tenere a galla le compagje caratterialmente. Ma serve a poco visto che Trucco segna il 4-20 prima che ci sia comunque una reazione che manda le squadre al primo riposo sul 12-22. Subito 0-6 in avvio di seconda frazione (Jasnowska e 4 punti di Reimer) prima che Pochobradska e Mathias abbozzino una reazione. Brunelli segna due canestri per il 22-30 ed al riposo lungo si va sul 27-38. L'ancora ottima Calamai riapre le danze ed è lei a segnare il meno 7 sul 34-41. E' forse l'unico momento nel quale la Iren Fixi è in difficoltà e non a caso coach Riga chiama timeout con Milazzo che, alla ripresa, mantiene le distanze e Lawrence che firma il 36-50. Torino riprende le redini della gara e vola sul più 21 (38-59) andando all'ultimo riposo 42-59 con un sussulto finale della Narviciute. Lo 0-6 col quale si apre l'ultima frazione fa capire che la gara è ormai andata con la Scotti che non riesce nemmeno a dare al risultato un divario accettabile visto che finisce col più 15 delle piemontesi: 60-75. E domenica trasferta proibitiva sul campo delle campioni d'Italia di Schio.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento