Jack Cardelli ci presenta il Basket Cecina

Alle 18 giocheremo l’ultima partita del girone di andata: saremo in trasferta, al Palapoggetti di Cecina, contro un Basket Cecina che ha assolutamente bisogno di una vittoria per rialzare la testa e allontanarsi dal fondo della classifica. Ma anche i ragazzi di coach Tonfoni hanno i loro buoni motivi per prendersi i due punti: chiudere l’andata alla ragguardevole quota di 14 punti, interrompere la striscia negativa che dura da 4 giornate, ed entrare nel girone di ritorno con rinnovata energia, quella che solo una vittoria in trasferta può trasmettere. Come di consueto affidiamo alle sagge parole di Giacomo Cardelli, primo assistente di coach Tonfoni, la presentazione della sfida del Palapoggetti: “Andremo ad affrontare una squadra che non ha raccolto molto nel girone d’andata (2 vittorie su 14 partite) ma che ha appena cambiato allenatore e da queste situazioni i giocatori anche inconsciamente trovano extra motivazioni e nuovi equilibri. E qual miglior avversario una squadra che è in crisi di risultati? Ovviamente noi non staremo a fare la vittima sacrificale, vogliamo tornare a casa con due punti fondamentali per il nostro futuro. Per farlo, dovremo giocare una gara di grande attenzione, puntando a difendere bene sulla palla e a contenere gli uno contro uno, senza cadere negli scontri fisici e nelle provocazioni. Cecina le proverà tutte per portare la partita a casa, e noi dovremo imporre la nostra pallacanestro fatta di attacchi veloci e bilanciati con un buon impatto offensivo degli esterni, attaccando il ferro con energia ed efficacia, risultando sempre pericolosi. A parole sembra complicato, ma è la ricetta che ci ha portato a vincere 6 partite”. Giacomo passa a presentare le caratteristiche degli avversari odierni: “Cecina è una squadra che ha cambiato poco dallo scorso anno confermando il blocco che ha raggiunto i playoff. Ha giocatori esperti come Gigena e Biancani, capaci di accendersi e colpire ogni errore difensivo. Intorno a loro ci sono giocatori ormai da anni nella categoria come Salvadori, Gaye, Spera e Forti. Dovremo stare attenti in particolare al giovane Mennella, giocatore in grande crescita e miglior realizzatore della squadra, un 1999 con faccia tosta e talento, capace di segnare da 3 punti con continuità e attaccare il ferro come un veterano”.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento