C Gold: il Bama non fa mai e poi mai canestro, vince San Vincenzo 63 a 54

BASKET SAN VINCENZO 63
BAMA ALTOPASCIO 54
(21-14; 30-24; 49-37; 63-54)
Arbitri: Frosolini e Panicucci
SAN VINCENZO: Bini 10, Franceschini 2, Innocenti 16, Quagli, Agostini 5, Gabellieri 9, Giovani 3, Macchia, Marmugi 18, Biagi. All. Mostardi
BAMA: Pantosti 16, Baroncelli 4, Meucci 8, Riccio 16, Cappa 1, Poggetti n.e., Lombardi 9, Orsini n.e., Bini Enabulele, Bonari n.e. All. Novelli
Chi di triple ferisce di triple perisce. Premessa doverosa prima di iniziare il commento del match tra San Vincenzo e Bama. I rosablu, squadra gioco-forza perimetrale, ha bisogno della precisione dall'arco come l'aria, quando non entra nulla di nulla tutto diviene più problematico in attacco, e più molliccio in difesa. Gli allenamenti settimanali a ranghi incompleti, con under 18 a piene mani, alla lunga incidono. Sì, perché , tanto per gradire, oltre ai lungodegenti Orsini e De Falco martedì scorso si é fermato anche Cappa per una violenta distorsione alla caviglia. Visto che ad Altopascio piace piangersi addosso. Nessun allenamento per lui che doveva essere tenuto a riposo ma é stato schierato perché altrimenti sarebbe venuto a mancare il numero legale, come spesso accade alla camera dei deputati durante le votazioni. Affrontare una gara così falcidiati, contro un team che lotta per il miglior piazzamento play out avrebbe avuto solo una parola d'ordine: avere buone percentuali dal perimetro. Invece le mani rosablu sono state fredde come una notte a Rovaniemi, con Baroncelli che é passato dalle stelle alle stalle da domenica scorsa con 2 su 13 al tiro. Così come Meucci: 3 su 16 . Cappa, che non doveva scendere in campo, ha chiuso con 0 su 5 con le attenuanti del caso. Basti pensare che se si eccettua Riccio (miglior tiratore da tre punti del campionato con circa il 50%) che ha chiuso con 4 su 5 dai 6,75, gli altri hanno portato a casa un desolante 1 su 22. Oltre a Riccio ottimo Pantosti che sta crescendo di gara in gara rubando palloni come caramelle e bene anche un volitivo Lombardi. Gli avversari alla fin fine hanno mostrato più fame del Bama , fatto abbastanza inspiegabile visto che le motivazioni per Cappa e compagni non mancavano, anzi. In caso di vittoria sarebbe stata infatti salvezza matematica con 5 giornate di anticipo. Invece l'approccio dei rosablu é molle come mozzarella. I padroni di casa sono bravi a sfruttare gli accoppiamenti difensivi un pò azzardati degli altopascesi ed allungano con Bini che fa la voce grossa spalle a canestro. 21-14 al primo fischio ed il Bama passa a zona, subito perforata da Marmugi (mvp del match). Pian piano però i rosablu , pur sbagliando tutto quello che c'é da sbagliare, rientrano in gara. Ci sarebbe l'opportunità di cambiare l'inerzia ma valanghe di tiri aperti vengono gettati nell'indifferenziata. Nonostante questo il -6 all'intervallo lascia una timida speranza, che però diviene ancora più timida nel terzo quarto. La difesa rosablu é enigmatica a dir poco, con metri concessi a chi andrebbe aggredito e con aggressività totale su chi invece andrebbe "battezzato". Ed é così che il trio Gabellieri-Marmugi-Innocenti dà il massimo vantaggio alla Mostardi Band (42-27). Il Bama risponde con un 8 a 0 ma fa una fatica immane. Si entra negli ultimi 10' sul 49-37. Marmugi, con relativo difensore a farfalle, dà ancora il +15 (52-37). Novelli opta per una difesa aggressiva a tutto campo che riporta i rosablu a -6 (58-52) con una vita da giocare: 3'40". Il coach altopascese prende un tecnico a gioco fermo (59-52), poi ci sono due opportunità per Meucci libero di calcolare anche la forza del vento e l'intensità dei lumen del PalaGiovani prima del tiro. Ma non é proprio serata. Le due triple sono sbilenche ed una non tocca nemmeno il ferro. San Vincenzo controlla e vince senza strafare, ma con pieno merito. Ci sarà ancora da sudare per conquistare la salvezza e/o i playoff. Sudore a litri, anzi ettolitri. La speranza in via Marconi é quella di avere il roster al completo dalla trasferta di San Giovanni Valdarno in poi. Per le ultime 4 gare, dove si deciderà il destino rosablu.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento