Quando conta ecco la Scotti più bella

La squadra di Alessio Cioni espugna il campo di Vigarano Mainarda segnando 98 punti grazie ad una grande prova collettiva e stacca la coppia Torino-Battipaglia. Con due giornate da giocare, l'incredibile traguardo dei playoff si avvicina. E domenica al Pala Sammontana arriva Venezia
83-98
MECCANICA NOVA VIGARANO Fitzgerald 25, Bocchetti 21, Miccoli 4, Bolden 9, Rakova 6, Ceno, Natali 3, Nativi 2, Farina, Gilli 5, Fabbri 8. All. Andreoli (ass. Castaldi/Frabetti)
USE SCOTTI ROSA Madonna 18, Chiabotto 4, Pochobradska 22, Mathias 16, Huland El 19, Rosellini 5, Calamai 12, Brunelli, Narviciute ne, Manetti 2, Lucchesini. All. Cioni (ass. Ferradini/Giusti)
Arbitri: Noce di Latina, Pellicani di Ronchi dei Legionari e Corrias di Cordovado
Parziali: 23-25, 45-57 (22-32), 62-77 (17-20), 83-98 (21-21)
In uno dei campionati che non sarà facile dimenticare, la Scotti espugna con una prova autoritaria il campo di Vigarano Mainarda per 83-98 e pone una seria ipoteca sull'ingresso nei playoff. Pur con due partite interne proibitive ancora da giocare (al Pala Sammontana arriveranno infatti Venezia e Schio), la squadra di Alessio Cioni stacca di 2 punti la coppia Battipaglia-Torino (che in queste ultime due gare avrà impegni altrettanto difficili) e fa qualcosa più di un pensierino ad un traguardo che sarebbe a dir poco incredibile. Al di là di quello che sarà, resta la grande soddisfazione per una prestazione di squadra autoritaria delle biancorosse, condita da 98 punti, Pochobradska a giganteggiare e ben cinque giocatrici in doppia cifra. Poco altro da dire, solo applausi. Con Narviciute out per un problema alla schiena, il primo botta e risposta è Pochobradska-Rakova, mentre Chiabotto e Madonna entrano subito in partita. Al 5' siamo 11-11 ed anche Mathias sale sulla ribalta con 4 punti che valgono il 15-16, poi il pareggio a quota 20 quando mancano 100 secondi ed infine, in coppia con Huland, il mini-allungo finale: 23-25. La tripla di Pochobradska riapre i giochi ma Vigarano prova a scappare toccando il 37-30 a cui replica prontamente Madonna con due triple: 39-36. Al 6' Calamai firma il sorpasso con una bomba e subito Huland ribadisce: 40-43. Segna Fabbri ma ancora Pochobradska dalla lunga mette il 41-46 e la Scotti prende fiducia tanto che, ancora con la coppia Calamai-Huland, tocca prima il più 10 (43-53) poi, con la tripla di Madonna, il più 11 (45-56) e, sempre con la play, va al riposo sul 45-57. E' ancora Pochobradska a segnare il primo canestro (45-59), ma la squadra di casa reagisce dimezzando lo svantaggio: 52-59. La Scotti, però, riallunga e Rosellini dalla lunga suggella un parziale di 0-7 che vale il più 13 (56-69) e che obbliga coach Andreoli al timeout. La mossa non produce effetti perchè la Scotti accellera ancora e, dopo aver toccato il più 17 con Calamai (60-77), va all'ultimo riposo avanti 62-77. Nell'ultima frazione la squadra di Alessio Cioni deve amministrare, cosa tutt'altro che facile. Fitzegrald segna il 69-79, Rosellini e Mathias ribattono subito facendo capire che la Scotti c'è. Vigarano si gioca il tutto per tutto. La solita Fitzgerald mette a segno il 76-83, Pochobradska risponde con 4 punti e le va dietro Huland: parziale di 0-6 e 76-89. E' il momento nel quale si decide la gara. Con 2' da giocare, avanti 81-89, coach Cioni preferisce parlarci su e chiama timeout per decidere la ultime strategie. La squadra risponde bene e, al rientro, Mathias e la tripla di Madonna decidono la partita che la Scotti controlla e va a vincere per 83-98. E domenica alle 18 al Pala Sammontana arriva la corazzata Venezia.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento