Virtus, Bruttini: “Le Finali Nazionali grandissimo risultato”

Dopo il grande risultato della formazione under 15 Eccellenza rossoblu, che ha raggiunto le Finali Nazionali, il presidente Fabio Bruttini fa il punto della situazione in casa Virtus, parlando sia di settore giovanile che di prima squadra: Presidente partiamo parlando del grande traguardo ottenuto dagli Under 15 eccellenza che hanno conquistato le Finali Nazionali di categoria. “Premesso che il settore giovanile è sempre stato il nostro marchio di fabbrica, erano 5 anni che non disputavamo una finale nazionale maggiore. Un risultato che arriva dopo che abbiamo chiuso la foresteria, appunto 5 anni fa, e con una squadra composta interamente da ragazzi senesi o delle zone limitrofe. Questo è motivo di grande soddisfazione e dimostra che la società sta lavorando ottimamente anche sul territorio anche grazie ad accordi esistenti con alcune società”. Un risultato straordinario frutto di lavoro e programmazione… “Assolutamente si. Un risultato eccezionale ma che non arriva a sorpresa. Il gruppo 2004 si è formato a partire dal minibasket, gioca insieme da anni e nel tempo si è amalgamato con i nuovi ragazzi che sono arrivati. L'allenatore Andrea Spinello è nato e cresciuto alla Virtus e questo ci dà ulteriore soddisfazione. Nella nostra società non crescono solo giocatori, ma anche allenatori bravi e competenti”. Alle Finali la Virtus sarà insieme a Milano, Cantù, Bologna, Trieste, Varese, insomma l’elite del basket. Una bella vetrina per la città… “La nostra partecipazione credo sia motivo di orgoglio e soddisfazione per l’intera città che negli ultimi periodi a livello sportivo ha vissuto tempi piuttosto bui. Ci tengo a ringraziare anche il sindaco De Mossi che nella serata di domenica sul suo profilo social ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto dai nostri ragazzi”. Rimanendo sul settore giovanile, quali progetti avete per il futuro? “Questo risultato deve essere il punto di partenza, la società sta già lavorando con l’idea di potenziare il livello del nostro settore giovanile, sia organizzativo che tecnico, con investimenti mirati e con ulteriori accordi con le società della zona, per diventare un punto di riferimento come lo siamo stati in passato”. Chiudiamo con la prima squadra che dopo un anno di B è retrocessa in C Gold dopo i playout con Montecatini. “Come ho detto più volte, se i regolamenti ce lo avessero permesso, la scorsa estate avremmo sicuramente rinunciato alla B come facemmo 5 anni fa, quando ciò era consentito, a causa delle scarse risorse economiche. Questo non è stato possibile ed abbiamo partecipato ad un campionato duro come la B consapevoli delle difficoltà che avremmo incontrato, sapendo che salvarsi sarebbe stato un miracolo. Purtroppo non ci siamo riusciti, ma la società non ha fatto nessun dramma. Al momento sappiamo che nella prossima stagione dovremo affrontare il campionato di C Gold, ma con tutto il marasma che sta coinvolgendo molte squadre a tutti i livelli, non è escluso che ci venga proposto un ripescaggio in B. A quel punto dovremmo valutarne la sostenibilità perché una serie B, come dimostra la stagione appena conclusa, si può affrontare solo con risorse adeguate, di cui al momento non disponiamo”

Virtus Siena
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento