Il Drago e La Fornace fa sul serio, abbattuto Prato

PALL.PRATO: Vannucchi 13, Catalano 6, Popolo 9, Garatti 4, Sautariello 5, Bencini 6, Billi 4, Ponzecchi 3, Borghesi, Lastrucci, Lacitignola ne, Bardazzi ne. All. Neri
IL DRAGO E LA FORNACE SIENA: Corti, Pastorelli, Sardelli 10, Poletti 6, Ginanneschi, Bianconi 2, Dragoni 21, Pierucci 6, Bonaccini 8, Sabia 2, Balestrazzi ne, Dragone ne. All. Fattorini
ARBITRI: Mariotti e Carlotti
Parziali: 12-18, 17-28, 39-40
Il Drago e la Fornace Costone fa proprio sul serio e dopo le due convincenti vittorie interne contro Perugia e Grosseto, ecco che trova i primi 2 punti esterni sul parquet di Prato, nell’anticipo della 4^ giornata del Campionato di serie B femminile. Brave le ragazze di coach David Fattorini a imprimere al gioco sin dalle battute iniziali un ritmo sostenuto che sorprende le padrone di casa, tanto che la prima frazione trova le senesi già avanti di 6 lunghezze. Che diventano 9 all’intervallo, grazie a una fluida manovra offensiva, ma soprattutto a una grande difesa che mette in serie difficoltà la formazione allenata da Neri. Qualcosa però si rompe nel 3° periodo, con Prato che inizia a macinare gioco e canestri, tanto che il match assume una fisionomia del tutto diversa (22-12 il parziale). Il gap viene quasi completamente annullato dalle pratesi che iniziano l’ultimo quarto con un solo punto da recuperare. Qui viene fuori tutta la determinazione delle bianconere che riescono a contenere il ritorno delle avversarie, mantenendo quei pochi punti di vantaggio che comunque serviranno per la vittoria finale. Nelle file del Costone ottima la prova di Arianna Dragoni autrice di 21 punti; buone anche le prove di Sardelli e Bonaccini; comunque è tutta la squadra a meritarsi gli elogi per una prova davvero al di sopra delle aspettative.

Costone Siena
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento