La Scotti sogna per 35 minuti, poi il risveglio

Sul campo proibitivo di Venezia, la squadra di Alessio Cioni non molla mai e resta in partita fino in fondo dopo una bella prova di carattere. Nel prossimo turno, domenica alle 18, al Pala Sammontana arriva Bologna
Da quando gioca nella massima serie, è la prima volta che, su di un campo proibitivo, la Scotti regge fino a metà della frazione finale. A Venezia, l'Use Rosa tiene testa alle rivali per quasi 35 minuti, perdendo poi per 89-70 ma lasciando ancora una volta la sensazione di essere un passo in avanti rispetto alla squadra dello scorso campionato. La compagine di Alessio Cioni, così, torna dalla laguna con la sensazione di aver fatto il possibile e, forse, anche qualcosa di più, punita purtroppo da un punteggio che non fotografa quanto visto in campo. Apre una tripla di Gorini a cui replicano Stepanova e Mathias. Le squadre viaggiano vicine fino a quando Venezia prova ad allungare un po': 15-8. Trimboli dalla lunetta replica ed entra in partita anche Morris per il 16-12. Dopo la bomba di Trimboli, al primo riposo siamo 19-15. Petronyte appoggia il 21-15 e la Morris mette 5 punti riportando sotto la Scotti. Venezia chiama minuto, ma al rientro Narviciute prosegue nel momento felice e firma il vantaggio, subito imitata da Ramò ed ancora Morris. il parziale è di 0-8 ed il tabellone recita 21-27. La solita Petronyte riavvicina le distanza e De Pretto impatta a quota 27. La Reyer allunga nel finale di parziale ma Morris dalla lunga e Narviciute ricuciono lo strappo (41-38) ed al riposo lungo siamo 46-39. Riapre le danze Bestagno dalla lunetta e, dopo un tecnico alla panchina Scotti, Penna sempre con i liberi replica: 50-39. Coach Cioni getta nella mischia Trimboli e Mathias ma quest'ultima resta poco in campo visto che commette il suo quarto fallo. Bestagno allunga le distanze (53-39), Morris e Narviciute scuotono la Scotti (53-43) che non si arrende. A metà frazione Stepanova riporta sul meno 10, Narviciute firma il 55-47 e Trimboli il 55-49. Buon momento dell'Use Rosa con la tripla di Madonna (57-54). Alla penultima sirena, grazie ai liberi della Morris, la Scotti è pienamente in partita: 60-58. La tripla di Carangelo inaugura l'ultimo tempino, replica Stepanova ed Anderson firma il 65-60. E' di Manetti il 67-63 mentre, dalla lunetta, Trimboli segna il libero del 67-64. La Reyer allunga di nuovo ed al 5' tocca il più 11: 76-65 con Cioni che decide di rifugiarsi in timeout. Bestagno mette il 78-65 e Venezia capisce che è il momento ed allunga con decisione toccando il più 16: 82-66 a 4' dalla sirena. A quel punto la squadra di casa ha la partita in mano a vince 89-70, un parzale che non rende giustizia alla prestazione delle biancorosse. Domenica alle 18 al Pala Sammontana arriva Bologna.
89-70
UMANA REYER VENEZIA Bestagno 13, De Pretto 10, Gorini 11, Anderson 22, Steinberga 3, Carangelo 3, Macchi 6, Meldere 4, Petronyte 15, Penna 2, Grattini. All. Ticchi (ass. Romano, Pernias Escrig)
USE SCOTTI ROSA Trimboli 11, Madonna 11, Mathias 6, Stepanova 10, Morris 19, Ramò 2, Manetti 3, Narviciute 8, Ruffini, Mastrototaro. All. Cioni (ass. Cesaro/Ferradini/Giusti)
Parziali: 19-15, 46-39 (27-24), 60-58 (14-19), 89-70 (29-12)
Arbitri: Tallon di Bologna, De Biase di Udine e Castellaneta di Bolzano
Le statistiche della gara https://www.fibalivestats.com/u/LEGBF/1339132/bs.html

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento