Header Ads

Basket serie B, la Gea Grosseto torna alla vittoria battendo il Basket Pegli

Gea Basketball Grosseto-Basket Pegli 52-43
GEA GROSSETO: Severini, Masini 4, Picchi, Amendolea 17, Furi 19, Simonelli, Giulia Camarri 4, Chiara Camarri, Bellocchio 3, Sposato 2, Benedetti 3. All. Luca Faragli.
PEGLI: Torcaia 3, Brizzone, Bersini 12, Monachello 2, Pastorino, Papiri 2, Della Margherita 3, Padula 5, Canale 1, Pini 12, Arecco 2, Barberis. All. Turchia.
ARBITRI: Tommaso Sgherri di Livorno e Alberto Volpi di Cecina.
PARZIALI: 9-13, 23-18; 36-24.
Missione compiuta per la Gea Basketball Grosseto che conquista la terza vittoria stagionale nel campionato di serie B a spese del Basket Pegli (52-43 il finale) e aggancia le liguri in classifica. Le ragazze di Luca Faragli sono riuscite a centrare l’obiettivo con una grande difesa, dalla seconda frazione in poi, anche se in attacco sono stati troppi gli errori. Dopo aver chiuso la prima frazione in ritardo di quattro lunghezze, le biancorosse sono cresciute strada facendo e si sono portate avanti anche di tredici-quattordici punti. Giulia Camarri e compagne nell’ultimo periodo si sono viste riavvicinare dalle genovesi che nel finale di partita hanno trovato una serie di tiri dalla lunga distanza. La precisione ai tiri liberi di Elena Furi (che ha fatto la differenza grazie a 18 punti) e Bianca Bellocchio (6/6) nel finale ha scongiurato il tentativo di rimonta del Pegli. Da sottolineare la prestazione di Camilla Amendolea, che ha fatto sentire il suo peso sotto i tabelloni nonostante un piccolo intervento al piede, chiudendo con un bel bottino di 17 punti. «Questa vittoria ci voleva proprio - sorride a fine gara il coach Luca Faragli - Ora si comincia a ragionare. La salvezza non è poi così lontana, ma servono ancora altre serate come questa. Dopo le festività di Natale riceveremo la visita della capolista Savona, in una sfida difficilissima, nella quale dovremo superarci, poi nel girone di ritorno metteremo a frutto le conoscenze delle avversarie».

Ufficio stampa Gea Basketball

Nessun commento

Powered by Blogger.