Gesam Gas e Luce Lucca sconfitta a testa alta contro la miglior Reyer Venezia della stagione

Gesam Gas e Luce Le Mura Lucca: Jeffery 22, Azzi, Jakubcova 2, Cibeca ne, Bonasia 8, Orsili 10, Ravelli 5, Vitari ne, Farnesi ne, Madera, Zempare 20 e Smorto 5 Allenatore: Francesco Iurlaro
Umana Reyer Venezia: Anderson 4, Bestagno 7, Carangelo 21, Gorini 2, De Pretto 13, Steinberga 18, Petronyte 13, Pastore ne, Penna 8 e Macchi 2 Alleantore: Giampiero Ticchi
Arbitro: Francesco Terranova, Diletta Bandinelli e Laura Pallaoro
Parziali: 25-31; 40-44 e 59-64
Finale: 72-88
Note: Fischiato fallo antisportivo a Steinberga a 9’23’’ primo quarto
Un coraggioso Basket Le Mura Lucca vede interrompersi la striscia di cinque vittorie consecutive per mano di una delle migliori versioni stagionale della Umana Reyer Venezia, impostasi al PalaTagliate con il punteggio di 72-88. Tale scarto, maturato nel quarto conclusivo, non rende pienamente merito all’orgogliosa prova delle biancorosse che, sebbene abbiano dovuto fare i conti con le rotazioni accorciate e con il duo Bonasia-Jakubcova alle prese in settimana con malanni di stagione, sono state applaudite a fine match dal caloroso di fede lucchese. Venezia, dal canto suo, ha potuto attingere al suo sterminato roster formato da tante giocatrici di gran classe, su tutte le lunghe Petronyte e Steinberga, capaci di trovare con facilità la via del canestro. Impressionante, statistiche alla mano, il rendimento da tre di capitan Carangelo (5/7 pari al 71,3%) e di Valerie De Pretto. Coach Ticchi sembra aver trovato la giusta chimica di squadra. Terza sconfitta in campionato, tutte arrivate contro il terzetto che guida questa Serie A1, che non ridimensiona minimante il grande lavoro fatto dalle ragazze di coach Francesco Iurlaro, sempre quarte in classifica. Ticchi parte con Petronyte, Steinberga, De Pretto, Anderson e Carangelo in quintetto, contrapposto al consueto di Lucca con Jakubcova, Zempare, Jeffery, Ravelli e Bonasia. Ritmi alti subito in avvio e con alte percentuale realizzative, specialmente di marca orogranta. Le lagunari, dopo un parziale iniziale di 6-0 per Gesam, si calano nel match risalendo prontamente e resistendo al successivo tentativo di allungo di Lucca che si portano sull’11-6 dopo la tripla di Zempare (20 punti per lei). Steinberga e Petronyte fanno la voce grossa sotto le plance; i cinque punti in una manciata di secondi firmati dal centro della nazionale lituana valgono il +4 per la Reyer e costringono Iurlaro a chiamare il primi time-out di serata. Il primo quarto, sempre giocato su ritmi alti, si chiude sul 25-31. In avvio di secondo quarto le venete toccano anche la doppia cifra di vantaggio ma Lucca, trascinata da una Chucky Jeffery in grande spolvero, resta attaccata nel punteggio alle ospiti. Al rientro dall’intervallo lungo, Le Mura inchioda sul 44-44 grazie ai canestri di Zempare e Jeffery. A questo punto inizia lo show di Carangelo, autrice di ben quattro triple, l’ultima pesantissima, nel terzo quarto che permettono a Venezia di fare corsa di testa, salendo fino al 50-61. Nel vocabolario della Gesam il verbo mollare non è contemplato, come dimostra il 9-0 di parziale che vede in Orsili e Smorto le protagoniste di questa fase. I dieci minuti finali si aprono, oltre che con la tripla di Penna, con il quarto fallo, apparso particolarmente ingeneroso, fischiato a Batabe Zempare che limiterà l’impiego della cestista ex Vigarano. La compagine di Ticci opera il break decisivo sfruttando la serata di grazie di Carangelo dalla distanza e il costante rendimento in fase realizzativa di una giocatrice del calibro di Steinberga. Generoso il finale di Gesam che resta sempre con la testa nel match fino al termine sebbene i due punti avessero già preso la strada verso Venezia.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento