L’OriOra Pistoia trionfa nella battaglia contro Pesaro: finisce 91-79

Nell’arena del PalaCarrara va in scena una vera e propria battaglia tra Pistoia e Pesaro e alla fine l’OriOra la spunta con pieno merito, battendo la Carpegna Prosciutto per 91-79 e conquistando la quinta vittoria interna consecutiva. Due punti di vitale importanza in uno scontro diretto per la salvezza, il regalo di Natale più bello per tutta la grande famiglia biancorossa al termine di una monumentale prova di squadra.
LA CRONACA.
Partenza aggressiva di Pistoia, che vola sul parziale di 11-4 con un Petteway subito caldo e la bomba di D’Ercole. Dopo il time out Pesaro risponde con i primi punti in Italia di Williams (due triple consecutive per lui), ma i biancorossi restano avanti con TP5 (in doppia cifra dopo 5′) e Dowdell. Eboua e Barford riportano a contatto la Carpegna Prosciutto, Brandt si fa sentire nel pitturato per l’OriOra. In lunetta Pusica replica a Landi: 27-26. Primo vantaggio Pesaro con Tote, Pistoia replica con un grintoso e prolifico capitan Della Rosa (7 punti) in un clima già infuocato per alcuni fischi controversi. Williams e Barford volano in doppia cifra, mentre l’attacco dei pistoiesi s’inceppa un po’. Zanotti in chiusura dice +5, si va all’intervallo sul 41-46. Pistoia riparte con il piglio giusto e trascinata da Petteway si riporta a in vantaggio con un break di 9-3. TP5 sfonda quota 20, Chapman e Eboua tengono lì Pesaro mentre Williams dall’arco sigla il contro-sorpasso. L’OriOra va con l’ennesima bomba di Petteway e un glaciale Dowdell, mentre per la Carpegna Prosciutto c’è un ispirato Pusica a impattare sul 63-63. Nel finale ci pensa Landi: 68-66. Pusica non sbaglia un colpo per Pesaro, mentre Wheatle trova i suoi primi tre punti per Pistoia. La gara s’innervosisce parecchio, ma i biancorossi tengono la barra dritta e trascinati dal pubblico del PalaCarrara imbastiscono grandi difese. Salumu punge in contropiede, il solito Petteway bombarda e Brandt fa segnare il +11 a 5′ dalla fine con time-out obbligato per coach Sacco. Brandt segna ancora e s’infortuna (chiudendo in doppia doppia), Wheatle piazza una stoppata da annali su Pusica e Petteway mette la ciliegina su una prova personale maiuscola (32 punti con 33 di valutazione) facendo scorrere i titoli di coda: finisce 91-79.
ORIORA PISTOIA – CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 91-79
(27-26, 41-46, 68-66)
PISTOIA Della Rosa 7, Petteway 32, D’Ercole 3, Brandt 11, Quarisa ne, Salumu 5, Landi 9, Dowdell 17, Johnson 3, Wheatle 4. All. Carrea.
PESARO Barford 14, Drell, Mussini, Williams 17, Pusica 21, Miaschi, Eboua 10, Chapman 5, Tote 10, Zanotti 2. All. Sacco.
ARBITRI Roberto Begnis, Fabrizio Paglialunga, Matteo Boninsegna.
NOTE Parziali 27-26, 14-20, 27-20, 23-13.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento