Bama ancora in emergenza sul campo proibitivo di Castelfiorentino (Domenica 12/1 ore 18,00)

Continua l'odissea del Bama in questo campionato. I rosablu, fanalino di coda del campionato, sono perseguitati dalla solita sfortuna che ogni anno mette le tende in via Marconi. E se la malasorte si accampa al cospetto, come le stagioni passate, di un roster di buon livello incide in modo parziale. Se invece la rosa é di qualità più bassa per un budget risibile può risultare letale. Dopo un mese di stop sono rientrati in rosa Giovani e Trillò, entrambi in condizioni molto menomate, ma subito nell'allenamento di martedì scorso si sono fermati Cappa per violenta distorsione alla caviglia ed il nuovo arrivato Malvone, ingaggiato per dar man forte nella lotta salvezza, causa stiramento muscolare. Per il primo ci sono speranze di vederlo quantomeno nei 12, anche se verrebbe rischiato solo in caso di emergenza. L'ala labronica invece sarà sicuramente assente, per lui accertamenti in corso onde valutare l'entità del danno, tra l'altro una ricaduta di un infortunio occorsogli la stagione scorsa, in genere una notizia non confortante. I ragazzi di Angiolini saranno di scena a Castelfiorentino in uno scontro dal pronostico chiuso a doppia mandata, contro una squadra forte, rodata, che veleggia nelle zone alte della classifica e che in casa é quasi imbattibile. In uscita dalla stagione scorsa il talento Tozzi (serie B a San Miniato) ben sostituito con due elementi di assoluto valore come Scali (da Legnaia) e Pucci (dalla Virtus Siena). Per il Bama l'unico obiettivo sarà quello ci non mollare fino alla fine e di intravedere miglioramenti da coloro che fino ad oggi hanno dato un contributo molto inferiore alle attese. Quest'ultima una, forse la principale, causa dell'attuale ultima posizione. Palla a due alle 18,00, domenica 12/01.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento