Le triple di Sesoldi portano alla vittoria l'Use Computer Gross

La squadra di Marchini batte Alessandria grazie ai tiri pesanti del suo capitano nel momento decisivo della partita. Si chiude il girone di andata con un bilancio positivo di 18 punti. E sabato gran derby contro Montecatini
71-57
USE COMPUTER GROSS Sesoldi 9, Giannini 14, Giarelli 13, Caceres 6, Raffaelli 9, Gaye 10, Falaschi ne, Maltomini ne, Calugi 2, Antonini, Perin 5, Vanin 3. All. Marchini (ass. Magagnoli/Corbinelli)
FORTITUDO ALESSANDRIA SANDARA Pavone 11, Lemmi, Serafini 13, Gay 4, Buldo ne, Sperduto 10, Gallizzi, Zampogna 4, Grossholz ne, Sabli ne, Paoli 4, Bellachioma 11. All. Vandoni
Arbitri: Giunta di Ragusa e Patrisi di Catania
Parziali: 20-14, 33-24 (13-10), 48-46 (15-22), 71-57 (23-11)
E' capitan Sesoldi a prendere per mano l'Use Computer Gross nel parziale finale ed a portarla con le sue bombe alla vittoria sulla Fortitudo Alessandria per 71-57. Non sarà neppur farina del suo sacco il tiro pesante, ma quando prima della tecnica ci sono il cuore e soprattutto quel qualcosa in più che la maglia trasmette, può pure succedere di chiudere con un 3/4 dal tiro pesante ed essere decisivo in una gara che per i biancorossi non si era messa benissimo. La giovane formazione piemontese, infatti, crea più di un grattacapo all'Use e, nella terza frazione, riesce a mettere la testa avanti non per caso ma perchè, al rientro in campo, gioca meglio, salvo poi squagliarsi quando ognuno inizia ad andare un po' troppo per conto suo e quando i valori tecnici vengono fuori. Che dire? L'Use Computer Gross non avrà giocato da ottobre un basket da palati fini, ma gira a quota 18 e con ampi margini di miglioramento, quel passo in avanti che coach Marchini chiede da tempo e che, se ci sarà, potrà portare anche ad un ulteriore salto di qualità. L'Use Computer Gross non inizia benissimo tanto che va quasi subito in timeout. Pur non brillando e non alzando mai il ritmo, tiene comunque sempre la testa avanti andando al primo intervallo sul 20-14. Gaye trova punti dalla lunga, Giarelli è una garanzia e Caceres inizia bene in attacco vedendosi però fischiare subito due falli. La tripla di Vanin riapre le danze, subito replica Bellachioma ma sono botti isolati perchè il ritmo è blando, si segna poco ed in tribuna si sbadiglia tanto: 3-5 il parziale dopo 4 minuti. La Computer Gross allunga nel finale con Gaye e Caceres e va al riposo sul 33-24. "Forse dovremo fare come nelle giovanili e restare in campo all'intervallo", scherzerà Alessio Marchini a fine gara, ed in effetti difficile dare torto al coach. La terza frazione, infatti, è la peggiore per i biancorossi con Alessandria che parte subito con un 2-8 e si avvicina sul 37-36 con Pavone. Caceres stoppa la palla del sorpasso, ma il pareggio arriva con Bellachioma a quota 39 ed il sorpasso sul 39-41. Ci sono da accendere la squadra ed il pubblico e chi meglio del capitano? La tripla di Sesoldi è quella del 46-43 e, dopo il passaggio al 30' sul 48-46, è ancora lui a mettere due tiri pesanti che inaugurano un parziale di 15-2. C'è gloria per Perin, Raffaelli, Giannini e Giarelli, un parziale che infiamma la gara e ne decide le sorti. L'intensità non cala e l'Use Computer Gross va a vincere per 71-57, con due punti finali del giovane Calugi in campo, come spiegherà poi coach Marchini, "non perchè la partita era ormai decisa ma perchè sta lavorando bene e lo meritava". E sabato alle 21 al Pala Sammontana, gran derby con Montecatini che ha vinto a Lucca.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento