La Virtus vince e convince. Battuta nettamente Prato

ACEA VIRTUS SIENA – SIBE PALLACANESTRO 2000 PRATO 99-68 (25-13; 50-37; 72-50)
VIRTUS: Bartoletti 6, Lenardon 6, Bianchi 10, Sabia 2, Olleia 22, Imbrò 10, Ndour 21, Nepi 13, Braccagni 2, Casoni 7, Bovo ne. All. Tozzi
PRATO: Danesi 12, Staino 13, Navicelli 3, Zardo ne, Pacini, Smecca, Goretti 6, Pinna 13, Manfredini Sisostri, Berlic 17, Taiti 4. All. Pinelli
Grande vittoria per la Virtus, che batte nettamente la Pallacanestro Prato per 99-68 al termine di una partita condotta con una vantaggio in doppia cifra sin dal primo quarto. Ottime le prestazioni di tutti i rossoblu, con cinque giocatori in doppia cifra, mandando a segno tutti quelli scesi sul parquet. Da segnalare la grande prestazione di Ndour, che ha chiuso la partita con 21 punti, 15 rimbalzi e 31 di valutazione. LA PARTITA: Parte bene la Virtus, che grazie ad un'ottima difesa recupera molti palloni che si trasformano in contropiedi per il primo vantaggio 8-4. Prato si affida alle iniziative personali di Danesi e Staino, mentre i rossoblu mettono in campo una pallacanestro pregevole che, grazie anche alla forte presenza a rimbalzo offensivo di Ndour e Casoni, permette loro di toccare i 10 punti di vantaggio sul 23-12, con le triple di Imbrò e Nepi. Sul finire del quarto, l'appoggio di Olleia sula sirena vale il 25-12 che chiude la prima frazione. Nel secondo periodo un gioco da 4 punti di Danesi permette a Prato di riavvicinarsi sul -11, ma arriva prontamente la reazione dei rossoblu, che con i canestri di Nepi, Bianchi e Olleia, oltre al solito apporto a rimbalzo di Casoni (12 rimbalzi nel solo primo tempo) si porta sul +16, 38-22. Prato si affida a Danesi e Pinna per restare a galla, ma la Virtus continua a macinare canestri grazie alle ottime percentuali dai 6.75 di Bianchi, Bartoletti e Lenardon, che segnano una tripla a testa che, insieme al gioco da 3 punti di Ndour, vale il +20 (50-30) a 90 secondi dall'intervallo. Con la partita in controllo, un paio di ingenuità difensive nel finale permettono a Staino di segnare una tripla e a Taiti di raccogliere un fallo che lo porta in lunetta ad 1 secondo dalla fine; il lungo ospite fa 1 /2, ma a catturare il rimbalzo offensivo è Pinna, che segna sulla sirena il canestro che manda le squadre negli spogliatoi sul 50-37. Il terzo quarto inizia con il tiro da tre punti per la Virtus: Casoni e Bianchi segnano dai 6.75 per il 56-39. Per Prato risponde Pinna con una schiacciata, alla quale seguono però un tecnico ed una espulsione per la panchina ospite a causa delle accese proteste; Imbrò è perfetto dalla lunetta e mette nuovamente 18 lunghezze tra le due squadre. La partita si accende, e con lei Renè Ndour, che inizia a fare la voce grossa nel pitturato segnando i canestri che portano l'Acea sul 66-43. Una tripla di Berlic spezza il parziale Virtus, ma Nepi continua a portare punti alla causa, con il terzo quarto che termina 72-50. Nell'ultimo periodo l'Acea è brava a stroncare sul nascere ogni tentativo di rimonta, segnando con continuità anche grazie alla solita presenza sotto i tabelloni di Ndour, senza dubbio il migliore dei rossoblu insieme ad Olleia, in una partita che ha visto un'ottima prestazione complessiva di squadra. I rossoblu continuano ad allungare nel punteggio, e nel finale c'è tempo anche per impreziosire la vittoria con il primo canestro in serie C Gold del classe 2004 Marco Braccagni. Finisce 99-68, una vittoria importante per l'Acea che raccoglie due punti in maniera convincente continuando il percorso nelle parti alte della classifica.

Virtus Siena
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento