Serie C Gold: Cantini Lorano Srl Olimpia Legnaia – Bama Altopascio 60 – 56

La situazione l’aveva inquadrata perfettamente il dirigente dell’Olimpia Legnaia Bernardo Balleggi pochi minuti prima della gara: “L’importante è che si arresti questa serie di infortuni”. Questa, giustamente, la preoccupazione principale in queste settimane dalle parti del Filarete.
SERIE C GOLD
Domenica 16 Febbraio 2020
CANTINI LORANO SRL LEGNAIA 60
BAMA ALTOPASCIO 56
PalaFilarete di Firenze
OLIMPIA LEGNAIA Verrigni 13, Nardi 10, Rosi 2, Del Secco 12, Cioni 6, Bandinelli 14, Conti 3, Cambi Mat. ne, Cambi Mar. ne, Susini, Ridolfi ne, Andrei. Coach: Zanardo Ass: Nudo e Frizzi
ALTOPASCIO Pantosti, Orsini 17, Malvone 5, Cappa, Meucci 5, Bondi, Lazzeri 7, Giovani 11, Bini Enobulele 2, Razzoli 9, Simonelli ne, Trillò. Coach: Angiolini Ass: Andreini e Giuntoli
Arbitri: Panelli di Montecatini Terme (PT) e Baldini di Castelfiorentino (FI)
Parziali: 19-15, 31-33, 45-43.
Partita che, sulla carta, potrebbe sembrare facile, ma poi sul parquet quando Legnaia incontra Altopascio di facile non c’è mai niente. Dopo la sconfitta rimediata la settimana scorsa a Montevarchi, i gialloblu non possono permettersi distrazioni e infatti coach Zanardo punta subito su una solida difesa a uomo che, almeno per i primi 8 minuti, funziona alla perfezione. A 5’19” dalla fine del primo quarto il tabellone segna 11-3 e coach Angiolini chiama timeout per riorganizzare le idee. I rosablu difendono a zona e, in attacco, si affidano a Orsini, a fine gara miglior realizzatore con ben 17 punti. I primi 10 minuti si chiudono sul 19-15, con Legnaia che sbanda negli ultimi 2 minuti, altrimenti il vantaggio sarebbe potuto essere più largo. A inizio secondo quarto Zanardo gioca la carta Conti. Il n° 7 gialloblu è reduce da un fastidioso infortunio, ma si mette in mostra. La forma migliore non c’è ancora, la grinta si. Difende bene e totalizza 3 punti, in questo momento non si può chiedergli di più. Un giocatore al top invece è Giovani, il play di Altopascio a 7’32” dal riposo lungo mette a segno la tripla del 20-20 e da quel momento l’inerzia della gara è a favore dei rosablu. Al rientro dagli spogliatoi Legnaia parte col piede giusto e allora Angiolini dopo 4 minuti decide si riaffidarsi nuovamente a Giovani. Legnaia in questa fase appare un po’ impaurita: molti tiri aperti rifiutati e qualche forzatura nell’uno contro uno. Chi non perde il bandolo della matassa è Verrigni: suo il canestro del 42-42 a 1’31” dalla fine del terzo quarto. Quando iniziano gli ultimi 10 minuti di gara il tabellone segna 45-43. E’ in questo quarto che Legnaia dimostra di avere qualcosa in più. Più esperienza, più sangue freddo, ma soprattutto due elementi fondamentali per questa squadra: Bandinelli e Del Secco, anche stasera autori di una prova magistrale. Bandinelli sbaglia qualcosa, ma è normale, visto che in questa fase della partita tutti i palloni passano da lui. A 1’01” Verrigni segna il canestro del 58-53 e Altopascio chiama timeout. Nel minuto finale tanti gli errori al tiro, da una parte e dall’altra e una serie di falli dei rosablu che giustamente provano a fermare il cronometro non appena ne hanno l’occasione. “I ragazzi sono stati tutti bravi, non era facile vincere oggi ” ha dichiarato Alessandro Balleggi, presidente onorario della a Cantini Lorano srl, main sponsor dell’Olimpia Legnaia. “La partita è stata gestita bene, faccio i complimenti a tutti i ragazzi. Comunque, quando vengo io a vedere la partita, si vince sempre” Con questo successo Legnaia si consolida in zona playoff e affronta con fiducia la prossima trasferta, domenica a Castelfiorentino.

Olimpia Basket Legnaia Firenze
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento